NOTIZIE DALLA VAL DI CORNIA DELL’8 GENNAIO 2007

Vediamo insieme le notizie di oggi dalla Val di Cornia.

Premi su: Leggi Tutto…

AMERINI: «POCHI GLI OBBIETTIVI RAGGIUNGIBILI»

Pubblichiamo un comunicato di Giampiero Amerini di AN che esprime tutti i suoi dubbi e perplessità, sulla carrellata di progetti proposti dalla giunta piombinese che promette di avviare prima della fine della legislatura.

«Partiamo da quella della Fiorentina-Salivoli – inizia Amerini – per la quale, come dice l’assessore Barsi, è stato commissionato uno studio di fattibilità. Dopo quasi quaranta anni che i tecnici stanno “studiando” … i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Il parcheggio dell’Orto dei Frati (speriamo di vedere l’inizio dei lavori nel 2007), come anche la realizzazione di quelli sotterranei, non sono altro che vecchi progetti, presentati negli anni ottanta dall’ex sindaco Benesperi, modificati per le attuali esigenze. “L’ingente investimento di 5,3 milioni di euro su via Pisa e via Flemalle con la realizzazione del cavalcaferrovia ….” Se non vado errato ho già sentito parlare, in passato e da altri amministratori, di quel cavalcaferrovia, sicuramente non in questo millennio.

Parliamo anche del forno crematorio, non di quando è stato deciso di costruirlo perché i ricordi ci porterebbero troppo indietro negli anni, ma della nuova ubicazione pensata dal nostro caro vicesindaco. A parte le motivazioni “trovate” per cambiare la zona (insediamenti urbanistici della Tolla e piano della costa urbana) che esistono, e in modo più marcato, anche a Riotorto, i cittadini della frazione non sono affatto d’accordo di prendersi quello che, di fatto, a Piombino non hanno mai voluto. Questa, a meno che non sia una trovata per rinviare la costruzione, è sicuramente una scelta infelice e difficilmente realizzabile. Il forno crematorio si potrebbe fare nella zona adiacente all’abitazione di Barsi: non ci sarebbero problemi (urbanistici e turistici) e avrebbe il vantaggio di essere sempre sotto il controllo di un assessore.

Gli altri progetti – conclude il rappresentante di AN in consoglio comunale – a parte le normali manutenzioni o quanto già deliberato dalla precedente amministrazione, per questa giunta, sono … abbastanza utopistici. Staremo a vedere e avremo modo di riparlarne».


GASSMAN PORTA IN SCENA LA “FORZA DELL’ABITUDINE” DI BERNHARD

Appuntamento importante lunedì 8 gennaio alle ore 21 al Metropolitan. In scena “La forza dell’abitudine” dello scrittore viennese Thomas Bernhard, uno dei massimi esponenti della cultura mitteleuropea del Novecento, riadattato per il palcoscenico da Alessandro Gassman nella doppia veste di regista e protagonista.

Una meravigliosa metafora della vita e dell’incapacità degli artisti a vedere realizzata compiutamente la propria arte. La scena mostra infatti uno strano e sconquassato circo, quattro improbabili personaggi, il gruppo di circensi interpretati dagli artisti del Circo Colombaioni, un leone indomabile, un direttore dispotico e una piccola orchestra con una partitura di Schubert da suonare alla perfezzione. La comicità assurda che ne scaturisce coinvolge tutti. Il lavoro quotidiano maniacale per raggiungere la perfezione viene preteso dal patron del circo come abitudine quotidiana, come forza dell’abitudine. I suoi circensi sono costretti a una impossibile ricerca dell’esemplare esecuzione del quintetto di Schubert. Uno sforzo inutile che non porterà mai a un risultato perché la vita stessa di girovaghi che conducono, costellata di incidenti, dissapori, inquitudini, non lo può permettere.

La traduzione e l’adattamento del testo sono di Alessandro Gassman e Carlo Alighieri, affiancati dagli altri interpreti dello spettacolo, prodotto da Società per Attori, come Paolo Fosso e Sergio Meogrossi. La vendita dei biglietti ha inizio lunedì 8 gennaio a partire dalle ore 16,00 presso il teatro Metropolitan, tel. 0565 30385.


PIOMBINO: NUOVA RIUNIONE PER LA RIPUBBLICIZZAZIONE DELL’ACQUA

Mercoledì 10 gennaio 2007, alle ore 21, presso l’Arci di Piombino si riunirà il gruppo promotore della Campagna per la legge nazionale di iniziativa popolare per l’acqua pubblica.

All’ordine del giorno la discussione dei seguenti temi: la conferenza stampa di apertura della campagna da organizzare il 13 gennaio, l’ organizzazione di banchetti per la sensibilizzazione dei cittadini al problema, la distribuzione dei moduli e la verifica della disponibilità di autentificatori;
Varie iniziative pubbliche per approfondire il tema.


CAMPIGLIA: «UN VIAGGIO CON ENRICO BERLINGUER» AL CONCORDI

L’ARCI Val di Cornia-Elba, l’Associazione Ciao Enrico, il Teatro dell’Aglio in collaborazione con Sinistra giovanile; DS del Cafaggio; Comunisti Italiani; Rifondazione Comunista invitano allo spettacolo teatrale «UN VIAGGIO CON ENRICO BERLINGUER» con gli attori Fabrizio Coniglio e Matteo Taranto Al Teatro Concordi di Campiglia M.ma – alle ore 21,15 – Venerdì 19 gennaio 2007.

La trama dell’opera: “Due attori trentenni affrontano in forma di spettacolo una delle figure più significative ed amate della nostra storia recente.
Enrico Berlinguer loro lo hanno conosciuto solo dai racconti e dalle cronache, ma è singolare che questo personaggio susciti la “voglia” di una generazione successiva, di un incontro per conoscere e capire un periodo così lontano.

Fabrizio Coniglio e Matteo Taranto, compagni di Accademia, sono andati a recuperare materiale, discorsi, interventi, ricordi anche privati di Berlinguer e hanno composto un ideale viaggio al fianco di un uomo coerente ed autentico. Quasi una ricerca di radici in un percorso fatto di analisi ma soprattutto di sentimenti. E tra testi e documenti hanno anche recuperato oggetti che oggi non si usano più, come una vecchia bandiera del Partito Comunista, che ci riporta ad un mondo vicino, distante solo l’altro ieri, ma nello stesso tempo lontano come una vecchia canzone popolare.

Lo spettacolo è il ricordo di un uomo che Benigni definì: “Il poeta della politica”.
Coniglio e Taranto dicono:” Berlinguer, nelle sue ultime parole, prima di morire, afferma che ” fare politica” vuol dire andare “casa per casa, strada per strada, azienda per azienda, dialogando, ascoltando, lavorando per la gente”. Ecco perchè abbiamo deciso di iniziare un viaggio, un viaggio con Enrico Berlinguer. L’ingresso è gratuito.

PIOMBINO: PARTE IL MASTER PER INGEGNERI SIDERURGICI

Parte lunedì 8 gennaio a Piombino il 2° modulo del Master universitario di II livello in “Ingegneria siderurgica: processi prodotti, energia e ambiente”. Il Master è stato promosso dal Gruppo Lucchini in collaborazione con il Comune di Piombino e il Circondario della Val di Cornia ed è curato dal punto di vista didattico dal Politecnico di Milano e dalla Facoltà di Ingegneria dell’Università di Pisa.

Per tre settimane, dall’8 al 19 gennaio e dal 29 gennaio al 2 febbraio, le lezioni, il cui primo modulo si è svolto al Politecnico di Milano dalla fine di ottobre, si trasferiranno dunque al secondo piano di Palazzo Appiani, dove è stata allestita una stanza apposita.
Il Master ha una durata complessiva di 12 mesi e si ariticola in tre fasi: una introduzione generale per il livellamento delle competenze presso il Politecnico di Milano, l’esperienza diretta a Piombino e nello stabilimento di Lovere e approfondimenti con laboratori di studio all’Università di Pisa.

Gli studenti partecipanti, 15 giovani laureati in materie scientifiche provenienti da Piombino e da altre città italiane come Brescia, Trieste, Ancona e Roma, sono stati selezionati da una commissione tecnica composta da dirigenti di aziende industriali e professori universitari. Si tratta di undici ragazzi e quattro ragazze la cui età media è di 28 anni.

A Piombino sono previste lezioni teoriche, alcune ore di esercitazione e altre di laboratorio su materie tecniche specifiche relative all’approfondimento del processo produttivo siderurgico.

L’obiettivo è quello di fornire una competenza integrata che permetta al fruitore di cogliere le esigenze, i vincoli e le opportunità dei processi produttivi propri della siderurgia e di metterli in rapporto con le proprietà dei prodotti, le esigenze dei progettisti e degli utilizzatori finali. Il taglio è quindi di tipo spiccatamente ingegneristico. Il direttore del Master è il professor Walter Nicodemi del Policlino di Milano e il Vice Direttore è il prof. Massimo De Sanctis dell’Università di Pisa che sarà a Piombino nei prossimi giorni insieme ai Prof. Leonardo Bertini e Mirco Beghini .

PIOMBINO: OSSERVAZIONI AL PIANO DELLA COSTA EST

E’ iniziato da mercoledì 3 gennaio il periodo delle osservazioni alla Variante al Piano della Costa Est, la cui delibera è stata approvata nel consiglio comunale dello scorso 20 novembre. Chi vorrà proporre modifiche a quanto previsto dall’amministrazione comunale, potrà farlo entro quarantacinque giorni dall’inizio del periodo, e cioè fino al 16 febbraio. Per consultare gli elaborati e la documentazione sarà possibile recarsi presso gli Uffici Urbanistica del Comune, durante gli orari di apertura al pubblico (lunedì, mercoledì, venerdì dalle 9,30 alle 13,00 e mercoledì pomeriggio dalle 15 alle 17).

La Variante approvata dal Consiglio si basa fondamentalmente su due ordini di inteventi: la ridistribuzione dei parcheggi sulla Costa Est con una revisione parziale del sistema degli accessi e l’ampliamento del parco della Sterpaia sul lato ovest del bosco per altri 18 ettari complessivi.
Si tratta dunque di una rilettura e di un aggiornamento del Piano già approvato nel 1999, effettuati sulla base di uno studio preliminare commissionato dal Comune alla Società dei Parchi Val di Cornia, con la consulenza di istituti di ricerca e università come WWF Ricerche e Progetti, università di Pisa, Firenze e Roma e INBAR.

Oltre a una redistribuzione dei parcheggi e all’ampliamento del parco, la Variante prevede la realizzazione di attrezzature di servizio al parco e attività ludico, ricreative, sportive da realizzare nella zona meno pregiata della Sterpaia. Nei 18 ettari di ampliamento del parco a ovest del bosco, infatti, dovrebbero essere localizzati un centro ippico e i relativi servizi, che il vecchio piano prevedeva nel Centro di accoglienza a Carlappiano proprio all’interno della Sterpaia. Al margine ovest della Sterpaia, inoltre, sarà individuato un ambito per un Centro di accoglienza ed i relativi servizi, per 3 mila mc complessivi, con strutture leggere, non impattanti. L’obiettivo principale – come sottolinea l’assessore all’urbanistica Luciano Francardi – è quello di “liberare” l’area più pregiata del bosco, utilizzando per i servizi altre zone esterne che comunque verrebbero ad essere inserite nel perimetro del parco.”

CAMPIGLIA: ALLOGGI POPOLARI DOMANDE FINO ALL’11 GENNAIO

Fino all’11gennaio ( e in casi particolari per i successivi 60 o 90 giorni) é aperto il concorso pubblico allo scopo di consentire la formazione della graduatoria delle domande presentate dai partecipanti al Bando per l’assegnazione di alloggi popolari nel comune di Campiglia.
Le domande di partecipazione al Bando di concorso devono essere compilate unicamente sui moduli appositamente predisposti dal Comune di Campiglia Marittima.

I moduli di domanda sono distribuiti dal Comune di Campiglia Marittima, presso l’Ufficio Casa nei giorni di lunedì e mercoledì dalle ore 15,00 alle ore 17,15 , nei giorni di martedì, e venerdì, dalle ore 10,00 alle ore 12,00. Le domande, sottoscritte ai sensi dell’art. 38 del D.P.R. n. 445/2000, dovranno pervenire esclusivamente presso l’Ufficio Casa del Comune di Campiglia Marittima (Delegazione Comunale di Venturina) o essere spedite a mezzo raccomandata postale (A.R.) riportante il nome, cognome e indirizzo del mittente entro l’11-01-2007. Per le domande spedite a mezzo raccomandata a.r. farà fede il timbro dell’Ufficio postale accettante.

Le domande di partecipazione al Bando di concorso devono essere presentate in bollo, ai sensi del D.P.R. 26.10.1972, n. 642, così come modificato dal D.M. 20.08.1992. La relativa documentazione potrà essere regolarizzata in bollo a seguito dell’emanazione del provvedimento di assegnazione.
Per la compilazione delle domande è possibile rivolgersi presso: CAF C.G.I.L. Via Gobetti, 1 Venturina; CAF C.I.S.L. Via Indipendenza, 134 Venturina; CAF U.I.L. Via Nino Bixio, 2 Venturina; CAF CIA Via G. Rossa Venturina.


VENTURINA: NUOVA LUCE PER VIA DELL’UNITA’

Si sono conclusi i lavori di riqualificazione di via dell’Unità a Venturina con l’installazione dell’illuminazione pubblica. I nuovi lampioni posizionati in via dell’Unità – strada che si immette in via indipendenza proprio alla fine del tratto di ZTL – sono dello stesso tipo di quelli utilizzati nella ZTL con l’obiettivo di migliorare l’estetica oltre alla funzionalità dell’impianto.

Il lavoro è stato eseguito in economia dai dipendenti de Comune di Campiglia Marittima e segue al rifacimento dei marciapiedi e dell’asfaltatura. Nella stessa strada, a medio termine dovrà essere rifatta la rete fognaria, intervento, questo preso in considerazione e di competenza dell’ASA, che dovrà inserirlo nei propri programmi di riqualificazione delle infrastrutture. Tornando all’illuminazione in via dell’Unità, le nuove luci, ovviamente a risparmio energetico, sono state accese giovedì sera per la prima volta. Il lavoro rientra in un ampio programma che l’amministrazione comunale sta portando avanti per un miglioramento complessivo della qualità dei centri urbani.

CAFAGGIO: COMPLETATI I LAVORI DELL’ALVEO DEL FOSSO TARDO’

Ora il centro abitato di Cafaggio è più sicuro, al riparo dai danni di eventi piovosi che hanno statisticamente una ciclicità trentennale. Questo, grazie a un altro intervento sul fosso Tardò, interessato da lavori sull’alveo finanziati dal Comune di Campiglia ed eseguiti dal Consorzio di Bonifica Alta Maremma.

E’ l’assessore ai lavori pubblici Alvaro Mastroleo a fare il punto della situazione sui lavori di messa in sicurezza di Cafaggio dagli eventi alluvionali come quelli che lo hanno colpito nell’autunno del 2005, provocando danni e disagi alla popolazione. Il lavoro più recente, è il completamento della risagomatura dell’alveo del Tardò la cui profondità è stata aumentata in media di 70 cm, in modo da favorire il regolare deflusso delle acque in corrispondenza dell’attraversamento della strada provinciale 398 che taglia in due il centro abitato prendendo il nome di via della Repubblica. In particolare sono state aumentate luci del ponte e ridata adeguata pendenza per limitare il deposito di materiale sotto al ponte stesso.

Nel tratto del torrente collocato a monte erano già state fatte la pulizia dell’alveo da detriti vegetali e lapidei, e opere di difesa delle sponde con scogliere di protezione, sempre da parte del Consorzio di Bonifica. L’altro intervento che darà piena garanzia a Cafaggio, sarà la realizzazione delle briglie del Tardò nella parte alta del suo corso, a monte dell’abitato: le cosiddette briglie sono opere idrauliche finalizzate a rallentare il defluire delle acque per limitare il trasporto di materiali di dimensioni piuttosto grandi. Per tale intervento si sta aspettando l’autorizzazione da parte del Genio Civile che dovrebbe esser imminente e permettere la realizzazione del lavoro (che richiede un impegno di spesa di 59.000 euro) entro marzo. Gli altri lavori eseguiti hanno avuto un costo di circa 40.000 euro.

A medio termine, è poi prevista la possibilità, verificata da uno studio dei docenti Spinicci e Pagliara, di realizzare casse di espansione per l’esondazione controllata del torrente e la contemporanea ricarica di falda. Alle simulazioni già effettuate dovranno aggiungersi, a consuntivo di lavori di messa in sicurezza del Tardò, altre simulazioni che tengano conto delle accresciute condizioni di sicurezza in determinati punti.


PIOMBINO: UNA BORSA DI STUDIO PER PROGETTO AMBIENTALE

Il Comune di Piombino ha bandito una selezione per l’assegnazione di una borsa di studio della durata di 18 mesi, riservata a laureati in Scienze ambientali, Scienze e Tecnologie per l’Ambiente, Chimica, Scienze e Tecnologie chimiche per l’industria e per l’ambiente, Scienze biologiche, Scienze ecologiche e della biodiversità, Scienze geologiche e Fisica.

Oggetto della borsa di studio la partecipazione ai lavori di coordinamento della segreteria tecnica istituita per i procedimenti di Valutazione Ambientale Strategica e di Autorizzazione ambientale Integrata, l’aggiornamento della banca dati realizzata nell’ambito dei suddetti procedimenti e la gestione del sistema informatico predisposto per questi procedimenti.
Il valore della borsa di studio è di 17 mila euro comprensivo di Irap. Le domande dovranno pervenire al comune di Piombino, Ufficio protocollo generale, via Ferruccio 4 57025 Piombino entro e non oltre le ore 12 del 2 febbraio 2007. Non farà fede il timbro postale.

La selezione sarà per colloquio e per valutazione del curriculum. Il colloquio verificherà la conoscenza delle principali tematiche ambientali con particolare riferimento ai temi oggetto della borsa di studio e alle problematiche relative alla qualità dell’aria, inquinamento acustico, tutela dei corpi idrici, bonifiche, disciplina dei rifiuti e delle aree protette.
Per informazioni è possibile rivolgersi a: Servizio Politiche Ambientali, dr Maurizio Poli tel. 0565 63272.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 8.1.2007. Registrato sotto cronaca. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 22 giorni, 19 ore, 16 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it