NUOVA CRESCITA PER L’AUTORITA’ PORTUALE PIOMBINESE

La deputata Silvia Velo e il Senatore Marco Filippi hanno organizzato mercoledì 3 gennaio una conferenza stampa alla quale ha partecipato anche il Sindaco di Piombino Gianni Anselmi ed il Presidente dell’Autorità Portuale di Piombino Luciano Guerrieri per illustrare i principali provvedimenti contenuti nella Finanziaria recentemente approvata in materia di porti e sviluppo della portualità.

Silvia Velo e Marco Filippi, sono componenti rispettivamente della IX Commissione della Camera (Trasporti e Telecomunicazioni) e dell’ VIII Commissione del Senato (Trasporti e Infrastrutture) e hanno voluto esprimere la loro soddisfazione per l’impianto complessivo della manovra di bilancio, all’interno della quale il settore della portualità trova misure di grande rilevanza che sono state e accolte con giudizi estremamente positivi dagli organismi di rappresentanza di chi opera nel settore.

In questi anni la portualità italiana non è cresciuta al ritmo dei nostri competitori europei e mediterranei che hanno invece realizzato azioni ed investimenti di grande portata, come la Spagna o i paesi del nord Africa. In Italia invece si è dato vita a provvedimenti che hanno limitato la capacità delle Autorità Portuali di svolgere il loro ruolo: tagli alle spese e tetto di spesa agli investimenti compresi quelli già coperti da finanziamento con risorse proprie delle stesse Autorità Portuali.

Questa finanziaria opera finalmente una decisa inversione di rotta, nella convinzione che lo sviluppo della portualità possa rappresentare un importante volano per lo sviluppo del Paese, e sblocca risorse per l’autorità portuale piombinese per il 2007 per circa 44 milioni di euro che saranno investiti per l’ampliamento e la messa in sicurezza dei porti di Piombino e dell’Elba.
Premi su: Leggi Tutto…

Vediamo alcuni dei provvedimenti contenuti in finanziaria: Il provvedimento più importante (commi 980-986) riguarda l’attribuzione di autonomia finanziaria alle Autorità Portuali che non sono più soggette al rispetto del patto di stabilità con il superamento quindi del tetto di spesa previsto dalle precedenti leggi finanziarie; le A.P. potranno inoltre utilizzare le entrate proprie a tale fine. Un altro provvedimento importantissimo riguarda la facilitazione delle procedure di dragaggio per i siti di bonifica di interesse nazionale (Piombino e Livorno rientrano in questa casistica).

I commi 996-997 prevedono infatti che le opere di dragaggio possano essere svolte anche contestualmente alla predisposizione del progetto relativo alla bonifica purché siano realizzate con tecniche idonee ad evitare la dispersione del materiale. Sono previste inoltre risorse (100 mil E) destinate di hub e sistemi portuali di interesse nazionale (comma 1005).
E stato autorizzato (comma 1044) un contributo straordinario di 30 milioni di euro per il completamento della rete degli interporti e 5 mil E per la infrastrutturazione immateriale degli interporti . Ci sono 8 mil. ei euro per le Capitanerie (investimenti) di Porto e 10 mil di euro per il funzionamento di Capitanerie di Porto e Guardia Costiera. Il comma 1046 prevede 24 milioni di euro per la rottamazione dei traghetti. Infine sono previsti (comma 1204) 12 milioni di euro per il 2007 per la cassa integrazione dei lavoratori portuali (indennità di mancato avviamento).

Come è evidente quindi la finanziaria contiene novità di grande interesse per il settore portuale, fra l’altro al testo finale così come è stato licenziato dalla Camera e dal Senato hanno dato un importante contributo la Commissioni Trasporti dei due rami del parlamento in particolare riguardo alla norma sui dragaggi, ai finanziamenti per gli interporti e per i sistemi portuali e alle risorse per la cassa integrazione dei lavoratori portuali.

Interessante notare che è stato recentemente costituito un coordinamento toscano della portualità per cui finalmente ci sarà un coordinamento anche tra i porti di Piombino e Livorno che finalmente coopereranno insieme, ognuno sviluppando ed esaltando le proprie peculiarità.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 3.1.2007. Registrato sotto cronaca. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 26 giorni, 14 ore, 41 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it