ANSELMI: «AFFRONTIAMO TUTTI I NODI DI PIOMBINO»

Conferenza stampa di fine anno a Piombino con un sindaco Anselmi ottimista sul futuro della città che sta amministrando.

«Stiamo amministrando la città per allungare la prospettiva oltre la scadenza naturale di questa legislatura – ha esordito il sindaco. Noi non cerchiamo il “consenso” nel breve periodo, stiamo guardando un po’ più lontano, cercando di affrontare tutti i nodi della questione piombinese».
Sotto la regia attenta del sindaco, Gianni Anselmi, che ha introdotto e concluso l’incontro, si sono susseguiti gli interventi di tutti gli assessori. Carlo Barsi, Elisa Murzi, Anna Tempestini, Massimo Giuliani, Andrea Fanetti, Luciano Francardi e Ovidio Dell’Omodarme hanno presentato singolarmente i risultati della loro attività, valorizzato gli obiettivi raggiunti e indicato quelli futuri. Positiva è l’immagine che questa giunta da della città che, dopo i lunghi anni che sono trascorsi dal 1990, forse sta iniziando a rialzare la testa.

Tra i segnali che il sindaco prende a riferimento per motivare i progressi avvenuti in questi due anni ci sono la riduzione dell’andamento demografico negativo con 276 nuovi nati contro i 228 dello scorso anno e, dal punto di vista dell’industria, con gli investimenti annunciati da Severstal e la nuova zincatura in Arcelor, affiancati da un miglioramento deciso del quadro ambientale legato alla chiusura della batteria 27 forni della cokeria, con gli idrocarburi policiclici aromatici scesi a quota due nanogrammi contro i dieci di inizio legislatura con una riduzione sensibile degli sforamenti nella concentrazione delle temibili polveri sottili.

Premi su: Leggi Tutto…

«Questa prima metà del mandato se n’è andata per riorientare lo sviluppo della città», ha aggiunto il sindaco, che vede Piombino come il traino urbanistico della Val di Cornia. Anselmi ha puntato come obiettivo al rafforzamento della grande nautica da diporto, annunciando che Piombino è diventato polo d’interesse regionale per la nautica.

Altro punto forte della conferenza di fine anno è stata la viabilità. La giunta ha dato messaggi che vanno oltre la più rosea delle previsioni, sulla possibilità di completamento della 398, ora che è entrata nelle “grazie” della società Autostrade, e l’inizio della fase di studio per la Fiorentina-Ghiaccioni. E’ stato confermato anche il progetto di raddoppio dell’attuale strada d’accesso alla città con avvio dei lavori prima della metà del 2007

La carrellata proposta dagli assessori ha toccato una catena di argomenti. Da quello della valorizzazione dei beni storici, con doppia implicazione, turistica e culturale, a quello degli interventi a carattere sociale, con l’aumento della spesa procapite. E ancora, l’ampliamento dei parcheggi e la riorganizzazione dei collegamenti ferroviari con Campiglia (si è parlato di metropolitana leggera) e il soprapasso sull’unico passaggio a livello della città. Sono riemersi, infine, i contenuti del piano strutturale e i progetti di ristrutturazione urbana che già hanno occupato a lungo le cronache, dal contratto di quartiere Poggetto-Cotone, alla nuova piazza della Costituzione passando per Città futura, senza dimenticare le piste ciclabili che saranno realizzate via via che saranno fatti nuovi lavori.

Cosa dire, la presentazione fatta dalla giunta di Piombino è stata così bella da sembrare da “paese di bengodi” e male si accosta alla situazione attuale della città. Ci sono ancora alcuni punti oscuri, specie sulla salvaguardia ambientale e i recenti fatti di cronaca, che, se la conferenza stampa non fosse stata a senso unico, i giornalisti presenti avrebbero chiesto, mentre si è trasformato sostanzialmente in un bilancio di metà legislatura, con brindisi finale. Buon lavoro quindi alla giunta Anselmi, e se da qui al 2009 avrà raggiunto un terzo degli obiettivi messi in cantiere, con priorità alla strada 398, i cittadini già la ringrazieranno.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 29.12.2006. Registrato sotto cronaca. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    40 mesi, 28 giorni, 13 ore, 11 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it