NOTIZIE DALLA VAL DI CORNIA DEL 12 DICEMBRE 2006

vediamo insieme le notizie di oggi dalla Val di Cornia.
Premi su: Leggi Tutto…

PIOMBINO: IL COMMERCIANTE AMICO DEI BAMBINI

Un logo sulle vetrine dei negozi per segnalare le figure amiche dei bambini. “La bottega amica” è il contrassegno creato dal consiglio delle bambine e dei bambini di Piombino nel corso di un lavoro avviato già l’anno passato insieme alle associazioni dei commercianti, che sarà consegnato martedì 12 dicembre 2006 a partire dalle ore 17,00 dai 22 bambini del consiglio ad alcuni negozi del centro.

Una iniziativa simbolica che ha l’obiettivo di creare una rete di figure amiche lungo la strada, disposte ad aiutare i piccoli che si recano autonomamente a scuola o in altri luoghi in caso di piccole emergenze o problemi imprevisti. L’immagine esposta sulla vetrina consentirà infatti ai bambini di entrare nel negozio sapendo di trovare una persona disponibile.

Alle ore 17,00 di domani pomeriggio, dunque, il bambini si troveranno presso la sede del consiglio di via Cavour e consegneranno l’adesivo che hanno elaborato all’assessore alle attività produttive Elisa Murzi, la quale provvederà a darle alle associazioni di categoria. Subito dopo si recheranno nei negozi di Corso italia e via Fucini per distribuire il logo direttamente in alcuni negozi.

Dal dicembre 2001, data del primo insediamento del Consiglio delle bambine e dei bambini e del Laboratorio, i piccoli della città sono stati chiamati ad esprimersi, con progetti e proposte varie, su questioni legate all’autonomia di movimento, alla sicurezza urbana, alla progettazione di aree verdi e piazze. Uno dei temi degli ultimi anni è stato proprio la sicurezza stradale e la mobilità urbana che ha portato alla proposta di un percorso sicuro per collegare il centro città con uno dei plessi scolastici più vicini, in piazza Dante Alighieri. Su queste proposte l’amministrazione comunale ha elaborato un progetto, di prossima attuazione, che, partendo da piazza Verdi e continuando in corso Italia e via Fucini arriva alle scuole elementari “Dante Alighieri”.

Sei regole per diventare commercianti amici delle bambine e dei bambini:
1. Quando un bambino si muove da solo in città potrebbe avere bisogno di un punto di riferimento, di un adulto disposto a dargli una mano per le piccole necessità o per qualche timore;
2. Potete mettere a disposizione il telefono, il bagno, un cerotto, un gesto gentile se il bambino è preoccupato, spaventato o semplicemente ha litigato con gli amici;
3. Se vedete un bambino indugiare fuori dalla porta invitatelo a entrare;
4. Se siete occupati, cercate di trattenerlo assicurando, con tono gentile, che sarete subito da lui;
5. Con i più piccoli è importante mettersi alla loro altezza, ma non trattateli da bambini troppo piccoli perché non si sentirebbero presi sul serio;
6. Se lo ritenete necessario o se vi viene richiesto, chiamate i genitori del bambino rassicurandolo per ciò che è successo.

LAVORO AL VIA LA CARTA “ILA” PER L’AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE

Per i disoccupati, per chi ha perso il lavoro e per chi ha un contratto atipico è arrivata in Val di Cornia la carta di credito prepagata Ila (tradotto significa individual learning account) che offre l’opportunità d’accedere a quelle attività formative che permettono d’acquisire nuove competenze per rientrare nel mercato del lavoro con una maggiore professionalità.

Il Circondario della Val di Cornia, con il Centro per l’Impiego, ha attivato le procedure per rilasciare questa carta “speciale”, che dà la possibilità di pagare le spese per frequentare quelle attività formative (formali e non formali, come corsi, tirocinii, convegni, seminari ….) altamente specializzate che prevedono il rilascio di una certificazione delle competenze.
A questo proposito, il presidente Gianni Anselmi, dice che “il Circondario intende rafforzare, di concerto con la Provincia, il proprio ruolo nella formazione professionale, anche in termini di programmazione e di gestione delle risorse. Importante è la qualità non solo dei progetti ma anche dei soggetti che erogano formazione”.

Come funziona Ila? La carta vale due anni, ha un massimale di 2500 euro e viene ricaricata di volta in volta di 500 euro. Sarà rilasciata con il parere favorevole della commissione tecnica del Centro per l’Impiego di Piombino, all’interno del Circondario della Val di Cornia, in via della Resistenza n. 4. Ila può essere richiesta da tutti i maggiorenni che hanno un’età compresa tra i 18 ed i 35 anni che rientrano nei criteri definiti dallo stato di disoccupazione sottoscritto presso il Centro per l’Impiego, dalle donne senza limiti d’età che sono state espulse dal mercato del lavoro da più di due anni e sono iscritte allo stato di disoccupazione, da tutti coloro che sono stati espulsi dai processi produttivi e dai soggetti titolari di contratti atipici ai sensi del D. lgs. 276/2003 (lavoro intermittente, lavoro ripartito, lavoro occasionale, collaborazione a progetto…) senza limiti d’età.

L’attivazione della carta Ila è diversa a seconda della situazione del richiedente. Ad esempio, nel caso di un lavoratore atipico è necessario accedere prima al colloquio di orientamento, presso il Centro per l’Impiego di Piombino, per poi intraprendere l’iter per la richiesta di rilascio della carta.
La carta viene rilasciata dal Centro per l’Impiego del Circondario della Val di Cornia in seguito alla presentazione ed alla valutazione della documentazione presentata dal soggetto e comprensiva di: curriculum formativo professionale e progetto di sviluppo professionale.

Nel caso di un disoccupato che non ha ancora sottoscritto lo stato di disoccupazione è necessario manifestare il proprio interesse durante il colloquio di orientamento e stesura del patto integrato di servizio. Se invece il patto è già stato sottoscritto si può chiedere di partecipare ad Ila attraverso la riapertura della procedura, sempre sostenendo un nuovo colloquio d’orientamento.
Spetta poi alla commissione del Centro per l’Impiego il compito di analizzare sia le motivazioni della richiesta che il progetto formativo presentato ed esprimere parere favorevole per l’attivazione della carta Ila. Una volta definito il programma ed accettate le procedure di gestione e rendicontazione, il progetto è sottoposto ad un monitoraggio periodico. Ogni spesa, per essere riconosciuta, deve essere documentata secondo le procedure individuate dal Circondario della Val di Cornia. Per maggiori informazioni ci si può rivolgere agli uffici del Centro per l’Impiego.

VENTURINA: “… E SE PROVIAMO A STARE INSIEME?”

Sabato 16 dicembre la consulta del sociale farà festa dalle ore 15.00 nella zona Ztl di Via Indipendenza a Venturina. Il titolo ha ancora una volta il sapore della scommessa, un po’ sulla scia della nevicata venturinese che, tra l’altro, ha avuto un buon effetto scenografico ed ha avuto il merito di riempire il centro di tanta gente.

Questa volta la scommessa, lanciata dalla Consulta del sociale è questa “… e se proviamo a stare insieme?” grammatica a parte, trascurata per motivi di “sonorità” l’idea riunisce tutte le associazioni iscritte alla consulta comunale del sociale che per la prima volta organizzano insieme un progetto. Le motivazioni che hanno portato a consolidare lo spirito di collaborazione in un atto concreto sono molte ma la spinta più forte è stata il rendersi conto che ogni cosa fatta insieme ha enormi possibilità i più di riuscire, essere fruita e apprezzata.

Sabato prossimo la zona centrale di Venturina sarà invasa da giochi, attrazioni e prelibatezze di ogni tipo, una specie dia paese dei balocchi in positivo dove nessuno diventerà asino, anzi, ognuno meriterà una dose di riconoscenza perché il ricavato dalla manifestazione servirà a finanziare i progetti di solidarietà delle associazioni. Il carnet prevede un gioco dell’oca gigante, animazione, il gioco del pozzo di San Patrizio dal quale si preleveranno doni e sorprese a non finire, e ancora la tombola gigante, piano bar, caldarroste, mele caramellate, palloncini di tutte le forme più fantasiose e bizzarre e altro. Con il patrocinio del Comune di Campiglia Marittima e il contributo della sezione soci Unicoop Tirreno, l’iniziativa è organizzata da Acat, Anmil, Arci, Auser, Avis, Cri, Dedalo, Ludoteca Arricciaspiccia, Samarcanda, Spazio H.

UN’ “IDEA DIVERSA” PER OPPORSI ALLA FINANZIARIA DEL CENTROSINISTRA

L’Udc di Piombino organizza Giovedì 14 dicembre alle ore 21.00 presso il Quartiere Città Vecchia in Via Cellini 3, un incontro pubblico con L’Onorevole Francesco Bosi, Dirigente Nazionale Udc (Responsabile Dipartimento Difesa) e Vicepresidente Commissione Difesa nell’Assemblea Parlamentare della Nato.

Il tema del dibattito sarà la Finanziaria e la sua continua evoluzione, il Segretario Luigi Coppola porrà anche la questione della nuova strategia di opposizione avanzata recentemente dal leader nazionale Pierferdinando Casini.
Sono invitati tutti i cittadini e sarà possibile porre domande all’Onorevole Bosi, che interverrà anche in merito alla sua interpellanza al Ministro Bersani sulla questione della Magona.


PIOMBINO: ANCORA PROBLEMI SULL’EVOLUZIONE UMANA?

Venerdì alle ore 17, nei locali della biblioteca civica Salesiana di Piombino, il professor Francesco Mallegni, docente di Paleoantropologia presso il dipartimento di scienze archeologiche dell’Università di Pisa, terrà una conferenza sul tema “L’evoluzione umana: problemi ancora aperti”.

L’iniziativa è la prima di un ciclo di cinque incontri su aspetti diversi del Paleolitico, organizzato dall’Associazione archeologica piombinese con il patrocinio dell’assessorato ai beni culturali del Comune di Piombino.
Mallegni nell’occasione affronterà l’affascinante tema delle origini e dell’evoluzione dell’uomo, alla luce delle più recenti scoperte archeologiche, che hanno talvolta profondamente modificato conoscenze che sembravano ormai del tutto acquisite.

Oltre che agli specialisti, il professor Mallegni è ben noto al pubblico per i numerosi studi condotti non solo su reperti umani di epoca molto antica, ma anche sui resti di illustri personaggi di età medievale e moderna, quali il Conte Ugolino della Gherardesca, Enrico VII di Hohenstaufen, Giotto e molti altri di cui ha proposto spesso la ricostruzione fisionomica, tanto da essere definito “Lo studioso che dà un volto ai grandi del passato”.

La serie degli incontri sulla preistoria proseguirà venerdì 12 gennaio con una conferenza sull’arte paleolitica, tenuta del professor Fabio Martini dell’Università di Firenze.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 12.12.2006. Registrato sotto cronaca. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 28 giorni, 22 ore, 59 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it