NOTIZIE DALLA VAL DI CORNIA DEL 6 DICEMBRE 2006

Vediamo insieme le notizie di oggi dalla Val di Cornia.
Premi su: Leggi Tutto…

MUSICA, CINEMA E CULTURA QUESTO SETTIMANA A SAN VINCENZO

Molte le iniziative in programma a partire da venerdì 8 dicembre a San Vincenzo.

Proprio venerdì inizia, con la mostra personale di Sandra Bellucci, OSMOSI, il mese di iniziative sportive, culturali e di spettacolo per raccogliere fondi che quest’anno saranno destinati al Centro Diurno per anziani e disabili. La mostra, curata dal Centro Artistico, rimarrà aperta ogni giorno dalle 17 alle 20 fino al 16 dicembre presso la Sala esposizioni del Palazzo della cultura. Secondo appuntamento per sabato 9 alle 17 sempre nella Sala esposizioni con il Concerto di Natale, organizzato dall’associazione Oblivium, che vedrà ospite la famosa cantante jazz Titta Nesti, con un vasto programma di musiche gospel e jazz.

Prosegue il ciclo di proiezioni di film organizzato dalla consulta giovanile con il cult dell’horror italiano Profondo Rosso di Dario Argento, proiettato sabato 9 alle 21.30 nella saletta multimediale della Biblioteca. Torna, infine, sabato 9 dicembre alle ore 17 in Biblioteca l’appuntamento con il racconto per il ciclo Amori, furori, terrori e altro. Protagonisti del prossimo incontro curato da Laura laurenzi gli Amori celebri di Nilde Jotti e Palmiro Togliatti e di John Lennon e Yoko Ono.


UN’ALTRA ROTONDA IN ARRIVO A VENTURINA

Sarà realizzata entro il 2007 tra via Indipendenza viale del Popolo e via della Pace.

Tra pochi mesi partiranno i lavoro per la realizzazione di un’altra rotonda a Venturina, quella prevista all’intersezione tra via Indipendenza, viale del Popolo e via della Pace. La giunta comunale ha approvato il progetto esecutivo nei giorni scorsi e, all’inizio del nuovo anno, sarà esperita la gara d’appalto. I lavori dovrebbero cominciare a primavera ed entro l’estate la nuova opera potrebbe già essere inaugurata, salvo imprevisti. Intanto per il 18 dicembre l’assessore ai lavori pubblici e viabilità Alvaro Mastroleo ha convocato un incontro con tutte le forze di polizia presenti sul territorio per un confronto sulle eventuali problematiche che potrebbero sorgere in corpo d’opera e avere ripercussioni sul traffico. L’obiettivo della nuova rotonda è quello di migliorare l’ambiente urbano e agevolare le condizioni del traffico.

Anche in questo caso come già è accaduto per la rotonda delle Quattro Strade, le caratteristiche dell’intersezione viaria sono tali da richiedere un intervento accurato e abbastanza complesso, infatti le strade non si incrociano perpendicolarmente ma sono asimmetriche. La soluzione sarà l’adozione di soluzioni innovative come ad esempio dei cordoli per la delimitazione delle carreggiate in modo da scoraggiare le manovre scorrette. Dal punto di vista delle caratteristiche costruttive la rotonda avrà l’aiuola centrale verde circondata da un marciapiede in betonelle così come la pavimentazione delle aree di sosta pedonale, con muretti-panchina allo sbocco di viale del Popolo. L’area avrà un’illuminazione nuova e potenziata rispetto all’attuale.

“Purtroppo – afferma con rammarico l’assessore Mastroleo – saremo costretti ad abbattere uno o due pini, che si trovano proprio al limitare della carreggiata. Per compensare questa perdita saranno messi a dimora nella stessa area un bagolaro, un frassino, un cipresso ed altre essenze ornamentali mediterranee”.
Per la completa realizzazione dell’opera sono stati messi in bilancio circa 80.000 euro. Di questi ne saranno utilizzati 15.000 per l’acquisto di materiali dei lavori programmati in economia, cioè attraverso l’intervento del personale comunale (sostanzialmente parte elettrica ed aree verdi) e circa 65.000 euro costituirà la base d’asta per tutti i lavori da fare eseguire in appalto.


VOLTI E PERSONAGGI DI PIOMBINO NELLA MOSTRA DI CHITI

La mostra fotografica al Castello dall’ 8 dicembre.

Renzo Chini, critico e fotografo di grandissime qualità scomparso da qualche anno, non riuscì a pubblicare questo lavoro, “Ritratti Piombinesi”, realizzato tra il 1981 e il 1983 insieme a Pino Bertelli. Adesso l’amministrazione comunale, in collaborazione con il figlio di Renzo Chini, Giorgio, organizza una mostra, che sarà inaugurata venerdì 8 dicembre al castello ore 16,30, in cui saranno esposte circa 170 immagini, opportunamente scelte tra le migliaia scattate in quegli anni.

Un omaggio alle diverse anime di Piombino, una scoperta dei diversi profili umani e sociali, nei molteplici ambienti di vita e di lavoro, che si intreccia con un “diario di bordo”, pensieri e commenti dell’autore sui personaggi ritratti, pubblicati anche sul catalogo della mostra stampato da Bandecchi e Vivaldi.

“I Ritratti piombinesi sono il risultato che mio padre ha tratto da quel lavoro – spiega Giorgio Chini – e hanno almeno una specificità. Si distinguono proprio per questa esplorazione con la quale i due, da fotografi, non hanno solo effigiato la realtà ma vi sono entrati dentro: proprio fisicamente: dentro alle case, negli uffici, nei vari ambienti, chiedendo esplicitamente il ritratto alle persone, con quel minimo di novità, scoperta, ma anche inopportunità che si ha sempre quando entriamo in casa d’altri.”

Nel corso della sua vita Renzo Chini ha incontrato numerosi personaggi della cultura e dell’arte, come Ando Gilardi e Cesare Zavattini. E proprio da un lavoro precedentemente concordato con Zavattini nacque il volume “Piombino 1955/56” presentato a Piombino in occasione di un convegno di studi sulla classe operaia, nel 1998, come reportage di testimonianze di piombinesi durante gli anni di crisi della Magona.

All’inaugurazione dell’8 dicembre interverranno l’assessore alle culture Ovidio Dell’Omodarme, Giorgio Chini, curatore dell’esposizione e del catalogo, Fabio Canessa, George Tatge, fotografo, Luciano Tovoli, direttore della fotografia.

Durante il periodo della mostra, che si protrarrà fino al 7 gennaio prossimo, è stata organizzata inoltre un’ iniziativa di presentazione dei documentari realizzati da Renzo Chini e Pino Bertelli negli stessi anni, per il 15 dicembre alle ore 21,00 al Castello. Partecipano Gianfranco Arciero, direttoreo della rivista “Fotodossier”, Pino Bertelli, fotografo, Henri Margaron, psichiatra, Fabio Canessa, critico cinematografico.
La mostra sarà visitabile tutti i giorni, lunedì escluso, dalle 16,30 alle 19,30.

CONCERTO PER VIOLINO E PIANOFORTE AL CONCORDI

Mentre si sta velocemente definendo il calendario della stagione musicale del teatro Concordi di Campiglia M.ma, il Comune e il Teatro dell’Aglio in collaborazione con l’associazione Samarcanda, hanno pensato di proporre un’anteprima già questo giovedì 7 dicembre, alle ore 21.15.

In programma un concerto per violino e Pianoforte che vede protagoniste le musiciste Eléna Cherkasova (violino) e Nataliya Kozina (pianoforte). In progrfamma musiche di F.J. Haydn, G. F. Handel, J.S. Bach, L. van Beethoven, F. Schubert e altri. Le due profesoresse provenienti dalle scuole siberiana ed ucraina hanno alle spalle una brillante preparazione ed un‘altrettanto brillante esperienza professionale e didattica anche in Italia.

Eléna Cherkasova. Violinista e cantante, inizia lo studio del violino all’età di 6 anni presso la scuola di musica di Tomsk (Siberia), diplomandosi nel 1983 al conservatorio di Chelyabinsk con il massimo dei voti e lode. Ha lavorato nell’Orchestra da camera di Chelyabinsk, nell’Orchestra dell’operetta di Tomsk, nell’Orchestra sinfonica di Tomsk, suonando in molte città russe. Trasferitasi ad Odessa ha lavorato fino al 2002 come violinista e cantante nell’orchestra degli studi cinematografici “Odeskaya Kinostudio”, collaborando come compositrice alla realizzazione delle colonne sonore di alcuni film. Ha partecipato a vari festival di musica e cinema in Russia ed Ucraina. Dal 2003 vive e lavora in Italia, collaborando come insegnante di violino nella scuola di musica Woodstock di Piombino e suonando con l’Orchestra Sinfonica Città di Grosseto in molte città italiane. Dal 2006 lavora in qualità di esperto musicale nella scuola “G. Marconi” di Venturina.

Nataliya Kozina. Si è diplomata con il massimo dei voti e lode al conservatorio di Odessa (Ucraina), specializzandosi nel 2004 come pianista collaboratore ed accompagnatore all’Istituto musicale Mascagni di Livorno. Ha lavorato come pianista accompagnatore presso la Municipal Chamber Choir di Uman (Ucraina) sotto la guida del maestro Leonid Yatlo e ha svolto attività concertistica anche in altri paesi europei. Ha inoltre lavorato come docente e pianista accompagnatore presso la Scuola statale superiore ad indirizzo musicale e la Scuola di musica Aeda di Uman. Trasferitasi in Italia, svolge attività concertistica e didattica, collaborando con il Centro Studi Musicali di Piombino.

Biglietti (Posto unico € 5,00 – Ridotti € 4,00) e informazioni presso il teatro (tel.: 0565 837028)
Il botteghino è aperto nell’orario 16.30/19.30 (lun) e 09.30/12,30 (mer/ven); nelle date di spettacolo: 17.30/19.30. mailto: teatrodellaglio@libero.it

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 6.12.2006. Registrato sotto cronaca. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    16 mesi, 14 giorni, 20 ore, 34 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it