NOTIZIE DALLA VAL DI CORNIA DEL 29 NOVEMBRE 2006

Tantissime ed importanti, le notizie di oggi dalla Val di Cornia, tutte da leggere.
Premi su: Leggi Tutto…

PRIMA INIZIATIVA PER L’ASSOCIAZIONE NAZIONALE «PER LA ROSA NEL PUGNO»

Giovedi’ 30 novembre 2006 alle ore 21 alla saletta rossa-presso il palazzo comunale di Piombino, la neonata Associazione «Per la Rosa nel Pugno» organizza un incontro sulla finanziaria 2007,con l’onorevole Lanfranco Turci, deputato per la toscana della rosa nel pugno. l’onorevole Turci sara’ intervistato da Sara Chiarei (telegolfo). Introdurra’ Paolo Benesperi della direzione nazionale associazione per la Rosa nel Pugno. Sono invitati tutti i cittadini, sindacati e forze produttive.

“Il tema della ricerca, della formazione e dell’innovazione è davvero fondamentale. Questa Finanziaria non è riuscita finora a produrre su questa frontiera lo sforzo necessario per dare una spinta al Paese, offrire una speranza ai giovani. Se ci togliessimo tutti il paraocchi, forse capiremmo che anche un sano interesse egoistico può essere difeso meglio nel futuro attraverso una competizione fatta nell’ambito di regole imparziali e capace di premiare i migliori talenti, le migliori energie, le migliori capacità, insieme ad una cooperazione che sappia aiutare coloro che restano in ritardo, che hanno problemi, partono da posizioni svantaggiate, sono deboli, malati, non autosufficienti. La Rosa nel Pugno ha combattuto e continuerà a combattere queste battaglie fondamentali per il Paese e per le nuove generazioni” ha dichiarato l’On. Turci commentando questa Finanziaria.


ICI, ENEL DEVE PAGARE OLTRE 1 MILIONE DI EURO AL COMUNE DI PIOMBINO

L’Enel dovrà pagare 1 milione 200 mila euro circa al comune di Piombino per il pagamento dell’Ici relativa alla centrale di Tor del Sale, per i tre anni dal 2002 al 2004. Due recenti sentenze della Commissione tributaria provinciale hanno infatti respinto i ricorsi presentati dalla società elettrica contro gli accertamenti Ici effettuati dal Comune e relativi agli anni in questione, imponendo il pagamento di 838.375 euro per il 2004 e di 383.257 euro per il 2002 e per il 2003. La controversia, che risale al 1997, nasce da una diversa valutazione della rendita catastale per il calcolo dell’Ici.

Secondo Enel le turbine non possono essere considerate parte strutturale dell’impianto e quindi non devono essere comprese nel calcolo complessivo della rendita. Per questo dal 1997 Enel si era autoridotta l’importo da versare, pagando una somma parziale calcolata su una rendita di 1 miliardo e 726 mila lire, a fronte di quella determinata dall’Agenzia del Territorio pari a 5 miliardi e 407 mila lire.

La fondatezza della richiesta da parte del Comune, che riguarda anche tutti gli altri comuni italiani sedi di centrali elettriche, è stata avvalorata da una sentenza della Corte di Cassazione emessa nel giugno scorso, che dirime la questione accogliendo pienamente le tesi sostenute da alcuni comuni e riconoscendo il valore delle turbine come elemento essenziale dell’esistenza della centrale e requisito della sua struttura. In attesa quindi di un pronunciamento imminente da parte della Cassazione anche nei confronti di Piombino, per il momento Enel dovrà restituire all’amministrazione locale le quote Ici non versate nella giusta misura negli anni precedenti.

Un risultato positivo che compensa invece l’insuccesso subito dai comuni della Val di Cornia per i contributi percepiti nel 1997 sulla base della legge 8 del 1983, come città sede di centrale a carbone o di grandi dimensione, sul quale è presente una sentenza di 2º grado.
Anche su questa sentenza comunque, nei confronti della quale il comune ha avanzato ricorso, è atteso un pronunciamento definitivo da parte della Cassazione. Se la questione si risolvesse a favore dell’amministrazione, le somme versate a compensazione tornerebbero nelle sue casse.


QUALE FINE PER MAGONA CON L’INGRESSO DELLA MITTAL?

Leggiamo insieme le preoccupazioni dell’UDC di Piombino riguardo la recente fusione Alcerol-Mittal.

«Anche noi – commenta il segretario Luigi Coppola dell’UDC di Piombino – ci stiamo chiedendo quale possa essere il futuro dello stabilimento ARCELOR-MITTAL di Piombino, ex Magona per intendersi, il mancato rinnovo del contratto per circa 40 lavoratori interinali ai quali esprimiamo tutta la nostra solidarietà e la riduzione della produzione annunciati dalla direzione dell’azienda, ci preoccupano.
Quando Mittal acquisì il controllo di Arcelor, molti si chiesero quali interessi potesse avere un colosso dell’industria pesante non certamente all’avanguardia nella modernizzazione strutturale dei propri stabilimenti, ad entrare in un gruppo che al contrario ha sempre investito molto proprio nell’alta tecnologia e nella qualità.
In merito sono sorti molti dubbi, ma per avere risposte concrete sarebbe stato logico attendere progetti e strategie di sviluppo che al momento ancora non sono chiari.

Inoltre Mittal promise che avrebbe lasciato ai vertici del gruppo franco-lussemburghese il controllo di Arcelor, così non è stato, infatti dopo tre mesi dal sodalizio il magnate indiano ha preso direttamente le redini in mano della neocostituita multinazionale.
Certamente esiste la difficoltà oggettiva di capire quali siano le reali intenzioni di un gruppo talmente grande ed eterogeneo con circa 200.000 occupati in tutto il mondo, lo stabilimento di Piombino è solo l’infinitesima parte del sistema produttivo, ma per noi chiaramente è di vitale importanza.

C’è molta incertezza al momento – conclude Coppola – a nostro avviso sul futuro, non vorremmo che l’azienda dovesse pagare per strategie di mercato molto distanti dalla nostra realtà locale e nazionale.
L’Udc di Piombino si attiverà attraverso i suoi canali istituzionali affinché la situazione della Magona possa essere posta all’attenzione del Parlamento e del Governo, ci rendiamo fin da subito disponibili ad un serio confronto con tutte le parti interessate.

SOLIDARIETÀ AI LAVORATORI SIDERFOR DALLA ROSA NEL PUGNO

Leggiamo insieme il commento de «La Rosa nel Pugno» a quanto sta avvenendo attualmente dentro l’agenzia formativa Siderfor di Piombino.

«Manifestiamo – commenta il comunicato – la nostra più ampia e convinta solidarietà ai lavoratori della SIDERFOR ed ai sindacati dopo le notizie apprese dalla stampa. Lo possiamo fare forti delle nostre precedenti prese di posizione con le quali più volte abbiamo richiamato le istituzioni a trovare soluzioni per un territorio che ha fortemente bisogno di formazione professionale per sostenere la diversificazione economica.

Abbiamo infatti ritenuto un errore la liquidazione di SIDERFOR e continuiamo a considerarla tale, nella convinzione che quell’esperienza andasse valorizzata e non liquidata, ricercando tutte le possibili soluzioni a partire dalla verifica, progetto per progetto, delle somme rendicontabili da ricontrattare con la Regione per coprire le spese e ridurre sensibilmente il deficit. Le parole usate oggi dai lavoratori e la descrizione della situazione confermano tutte le nostre precedenti posizioni.

Oggi, quando il pericolo di perdere esperienze, conoscenze, capacità maturate positivamente in tanti anni di lavoro è ancora più concreto, rivolgiamo di nuovo lo stesso appello: non si può perdere un capitale prezioso e strategico per il nostro territorio e non si possono perdere i posti di lavoro creati. Occorre allora che ciascuno faccia la propria parte per dare un contributo positivo alla risoluzione di un problema che non si può lasciar scomparire nell’indifferenza».

PIOMBINO, CONSIGLIO COMUNALE APERTO DEDICATO AL VOLONTARIATO

Proseguono le iniziative per la celebrazione della Festa della Toscana 2006, istituita dal Consiglio regionale toscano nel 2000 e dedicata quest’anno ai temi del volontariato.

Mercoledì 29 novembre alle ore 17,00 nella sala della biblioteca comunale verrà presentato da Arci e Comune di Piombino il nuovo libro di Franco Micheletti, “Le mani nel cappello. Storie di diversi”, un libro sui temi della diversità dell’handicap e dell’impegno del volontariato.
Una copia del libro di Micheletti, che ha rinunciato ai diritti e alla proprietà del volume, verrà consegnato alle associazioni di volontariato del territorio che parteciperanno alla seduta del consiglio comunale aperto giovedì 30 alle ore 10 in sala consiliare.

L’argomento del consiglio, “il valore del volontariato come servizio al bene comune. Ruolo sociale e problematiche. Il sostegno delle associazioni”, sarà introdotto dal sindaco di Rivoli (To) Guido Tallone, responsabile della scuola di formazione del Gruppo Abele di Torino e vicepresidente ndel Coordinamento nazionale dei comitati di accoglienza.


PRESENTAZIONE NAZIONALE DEL PROGETTO EDITORIALE «IL LIBRO VOLANTE»

L’Associazione Finisterre e “La Bancarella” editrice, con il patrocinio del Comune di Firenze e del quartiere 5, organizzano la presentazione nazionale del progetto editoriale de “Il Libro Volante”, rivista di cultura politica e letteraria gestita e diretta da giovani under 30, che avrà luogo a Firenze giovedì 30 novembre 2006 alle ore 17.30 presso la Biblioteca Comunale dell’Orticoltura, Piazza della Libertà al Parterre (cubo 4).

Interverranno Andrea Panerini – Direttore della rivista “Il libro volante”, Benedetta Bambi – Centro nazionale del “Libro parlato” di Firenze, Innocenzo Pontillo – Presidente Associazione Finisterre.
Nel corso della presentazione l’attore Luca Locati Luciani leggerà “Frammenti, provocazioni, versi” da “Il libro volante”. Al termine dell’incontro, per festeggiare l’uscita del primo numero della rivista, sarà offerto ai presenti un buffet. Per saperne di più clicca su www.librovolante.eu


FESTA DELLA TOSCANA, IL PROGRAMMA DELLE CELEBRAZIONI A SAN VINCENZO

Si concentrano nella giornata di mercoledì 29 novembre prossimo le celebrazioni della Festa della Toscana nel Comune di San Vincenzo.

Presso la sala esposizioni al piano terra del Palazzo della cultura in piazza Mischi, alle ore 15 è convocato il Consiglio comunale aperto sul tema di quest’anno, il volontariato d’eccellenza. Interventi centrali del Consiglio la video intervista sul volontariato realizzata da Kazuya Ogawa in collaborazione con gli studenti delle classi V° A-B-C della scuola elementare di San Vincenzo, l’intervento di Acram Delawe e alle 16.30 la rappresentazione teatrale curata da Delawe e Giuliana Mettini insieme ai ragazzi delle V° elementari.


PARCHI VAL DI CORNIA E ALTA FORMAZIONE A VILLA LANZI

Studenti universitari, laureati e ricercatori a scuola nel Centro di documentazione, nel cuore del parco archeominerario di San Silvestro.

Al via oggi la XVII edizione della “Summer schools” internazionale di archeologia organizzata dall’Università di Siena in collaborazione con l’Istituto di tecnologia applicata ai beni culturali del Cnr. Una settimana a Villa Lanzi, dal 27 novembre al 2 dicembre , dal titolo “Exploring archeological landscapes” sui temi dell’’interdisciplinarità e dell’integrazione tra diversi approcci teorici, metodologici e analitici, nella ricerca archeologica, sotto la direzione scientifica di Riccardo Francovich e Stefano Campana dell’università di Siena e di Maurizio Forte del Cnr-Itab. Presenti ventinove studenti di diversa provenienza, Italia, Spagna, Grecia, Belgio e Romania.


PIOMBINO: CONVEGNO PER L’AUTONOMIA DELLE PERSONE DISABILI

Si è svolto venerdì 24 novembre presso la sala congressi dell’Hotel Phalesia a Piombino, il convegno “Il cammino verso l’autonomia delle persone disabili” presentato dal Comune di Piombino e dall’Associazione “La provvidenza”.

Il tema di fondo affrontato da tutti i relatori è era incentrato sull’obiettivo di rendere i disabili autonomi il più possibile nella vita di tutti i giorni. Molte sono state le proposte e le presentazioni di progetti per venire incontro a questa necessità. Si è parlato prima di tutto del “Dopo di Noi” un argomento trattato da alcuni anni circa dagli anni 60 quando le persone disabili hanno potuto scegliere tra un percorso differenziato ed un altro invece di “normalità” .Le famiglie di queste persone hanno lottato per i diritti dei propri figli e per costruire loro una buona qualità della vita, ed oggi si domandano cosa ne sarà di tutto ciò quando non ci saranno più è perciò importante affrontare le tematiche del “Dopo di Noi” e della domotica.

In primo luogo il Dopo di noi è un progetto che si propone di prendere in carico la persona disabile e la propria famiglia per costruire con gli operatori il percorso di assistenza centrato sui bisogni e sulle potenzialità di ognuno di loro. L’altra tematica di rilevante importanza è quella della domotica, una disciplina che consente di gestire in modo automatico ed integrato i dispositivi che si trovano nelle nostre abitazioni. Per sostenere il progetto sono sorte le Fondazioni di Partecipazione che hanno anche lo scopo di assicurare qualità, durata,chiarezza e certezza.
E’ intervenuto in seguito Manlio Marchetta, Docente di Urbanistica dell’Università di Firenze, che ha illustrato le condizioni di fruizione della città da parte di tutti tramite l’eliminazione di barriere architettoniche ma anche il rilancio della progettazione urbanistica fondata su un’ampia articolazione delle forme alternative di mobilità.

Tania Grillandini, Direttore alle politiche sociali UNICOOP Tirreno, ha parlato del “Supermercato dell’accoglienza” a Gavorrano. Si tratta di un progetto di responsabilità sociale avviato da UNICOOP Tirreno con la collaborazione della FISH ( Federazione italiana supermercato dell’handicap) e dell’Associazione disabili visivi,un punto vendita a misura di handicap che però è anche aperto a tutti e accogliente soprattutto per le fasce così dette deboli. E’ stato presentato il libro fotografico “ I RAGAZZI DELL’ARCOBALENO una comunità in cammino” di pino Bertelli e commentato da Walter Daviddi, Giornalista RAI, e Anna Tempestini, Ass.re Politiche sociali del Comune di Piombino.

Il convegno è stato organizzato con il patrocinio della Provincia di Livorno e Azienda USL 6 zona Val di Cornia e dei Comuni di Campiglia, Monteverdi, San Vincenzo, Sassetta e Suvereto, con il contributo di UNICOOP Tirreno e Cesvot e con la collaborazione di Arci Nuova Associazione,Circolo Interculturale Samarcanda, la Misericordia di piombino e altre associazioni.


PIOMBINO: MOZIONE DI AN SU VARIANTE PIANO COSTA EST

Leggiamo insieme cosa ne pensa Giampiero Amerini di AN del piano approvato lo scorso 20 novembre sulla Costa Est.

«La variante al Piano della costa Est, inizia Amerini – approvata nella riunione del Consiglio Comunale del 20 novembre, prevede alcune variazioni che non condividiamo. Nel “passaggio” in commissione, le minoranze, hanno proposto alcune modifiche, in parte condivise da tutti, ma non recepite. Abbiamo richiesto un nuovo passaggio in commissione, per trovare un accordo fra i gruppi su alcune modifiche, da proporre al momento dell’approvazione definitiva della variante, ma l’assessore, stranamente, non ha accolto la richiesta. Il ricorso alla mozione è, quindi, l’unico strumento per portare in discussione le nostre proposte.

Considerato che il tratto di costa tra Perelli e Carlappiano è quello più frequentato dai cittadini di Piombino, la dimensione originaria dei parcheggi, fra l’altro, calcolata secondo i parametri di presenze sulle spiagge indicati dalla regione, dovrebbe essere mantenuta. Le spiagge attrezzate (private), nel tratto Perelli –Carlappiano sono già superiori alla media prevista per la Costa Est e, quindi, non è affatto positivo il loro ampliamento.

Premesso quanto sopra – conclude Giampiero Amerini – e tenendo conto che, nei punti di accesso alla spiaggia di Perelli 1 e Perelli 2, con l’attuazione di quanto previsto nella variante, per accedere alla parte libera, il passaggio avverrebbe attraverso le dune, e visto che a Perelli la quantità di spiaggia libera è inferiore alla media prevista nel piano particolareggiato, AN propone di apportare alla variante al piano della Costa Est adottata il 20-11-2006, le seguenti modifiche:
1) –Eliminare, nel tratto da Perelli 1 a Perelli 3, l’aumento di 20 metri di spiaggia attrezzata a concessione e localizzare sulla riva destra del fosso Acquaviva la concessione di Perelli 1.
2) –Eliminare l’aumento della superficie dei parcheggi prevista a Torre Mozza e Mortelliccio e ridurre alla metà quella prevista a Carbonifera; questo per cercare di diminuire il “carico turistico” proveniente dagli insediamenti costruiti sul confine del nostro comune.
3) -Aumentare la superficie dei parcheggi di Perelli in modo da eliminare la sosta lungo le strade.
4) -Spostare su un solo lato la “spiaggia attrezzata” di Perelli 2 in modo da permettere, come in tutte le altre concessioni, l’accesso alla spiaggia libera senza dover passare attraverso le dune.

CAMPIGLIA: FESTA DELLA TOSCANA DEDICATA ALL’ASSOCIAZIONISMO DEL VOLONTARIATO

In occasione della Festa della Toscana 2006, il Centro Studi G. Mussio, propone al Comune di Campiglia Marittima di rilasciare un attestato di benemerenza agli studenti che hanno superato a pieni voti l’esame di Stato.

Essi sono: Luca Betti, Claudia Guarino, Beatrice Marianucci,
Camilla Pini, Luca Russo, Martina Santini, Giulia Vanni.

Agli studenti laureati con il massimo dei voti e lode che sono:
Cristiana Del Gaudio, Elisa Falagiani,
Ranieri Gianni, Riccardo Verdura.

Inoltre, Il Centro Studi propone di rilasciare un attestato di benemerenza ai concittadini:
Piero Cavicchi per il libro: Pinocchio in Val di Cornia.
Arietto Martelli per il libro: Il vecchio e l’albero.
Carlo Pistolesi per il libro: La miniera di Baratti.

La cerimonia di consegna degli attestati, avverrà venerdì 1 dicembre 2006, alle ore 21, nella sala della musica in piazza Firenze, a Venturina, subito dopo il tradizionale concerto eseguito dal Corpo Musicale Mascagni di Venturina.

Il Centro Studi G. Mussio, mentre si congratula con gli studenti e con gli scrittori formulando loro i migliori auspici per il futuro, ringrazia il Comitato Cittadino e l’Amministrazione comunale di Campiglia Marittima per l’adesione alla proposta loro avanzata.


CAMPIGLIA: PROSEGUONO LE CELEBRAZIONI PER LA FESTA DELLA TOSCANA

Proseguono le iniziative per la celebrazione della Festa della Toscana promosse dal comune di Campiglia in collaborazione con le associazioni. Un connubio più che centrato anche perché il tema di quest’anno è il volontariato d’eccellenza.

In calendario dal 29 novembre al 10 dicembre nelle varie sedi delle associazioni del comune e nei plessi scolastici si terranno le giornate “Da studenti a volontari”, iniziativa rivolta agli studenti delle classi V della scuola primaria e classi I, II e III della scuola secondaria di primo grado dell’Istituto Comprensivo G. Marconi che vivranno una giornata da volontari.

Giovedì 30 novembre alle 17.00 le campane a Campiglia e Venturina suoneranno a festa ricordando a tutti che il 30 novembre del 1786 il Granduca di Toscana, per la prima volta al mondo, abolì la pena di morte.

Nel frattempo nella piazza della Repubblica e nella zona centrale di Largo Sbarretti si degusterano “Caldarroste e vin brulé” a cura dell’Ente Valorizzazione Pro-loco Campiglia e Comitato Cittadino Venturina. Venerdì 1 dicembre nella Sala della Musica di Venturina Concerto dell’Orchestra Mascagni diretta da Andrea Lupi e premiazione di giovani laureati e neo-diplomati con il massimo dei voti da parte del Centro Studi Mussio. Sabato 2 dicembre iniziativa di taglio operativo al Centro Giovani di Cafaggio, dove, dalle 9.30 si terrà un Incontro pubblico con il Cesvot: “Volontari e fund raising: due risorse per le associazioni”.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 29.11.2006. Registrato sotto cronaca. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    16 mesi, 16 giorni, 10 ore, 30 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it