NOTIZIE DALLA VAL DI CORNIA DEL 10 SETTEMBRE 2006

Vediamo insieme le brevi dalla Val di Cornia del 10 settembre 2006.
Premi su: Leggi Tutto…

PRC PRENDE POSIZIONI SU PARCHI VAL DI CORNIA

Pubblichiamo integralmente il comunicato dell’esecutivo Esecutivo di zona Piombino-Val di Cornia Elba di Rifondazione Comunista sulla situazione della Parchi Val di Cornia.

«La società Parchi Val di Cornia – inizia il comunicato di Rifondazione – è stata voluta dai comuni del Circondario per tutelare e valorizzazione i beni naturali e culturali presenti nel territorio combinando conoscenza storica, ricerca, tutela ambientale e attività economiche.
Questo tipo di impostazione deve essere difeso e consolidato, rafforzando l’integrazione tra Società dei Parchi e Comuni al fine di garantire meglio gli obiettivi che essi stessi si sono dati e che sono stati ribaditi nel Piano Strutturale d’area. Il problema non è una maggiore autonomia della Parchi dai Comuni, ma una chiarezza di ruoli che riconosca alla prima la completa capacità gestionale e ai secondi compiti di indirizzo e programmazione strategica.

In questo quadro, le ultime polemiche apparse sui quotidiani rispetto alla gestione dei parcheggi ci sono sembrate quanto mai fuorvianti. Primo: perché il valore dell’esperienza sta nel progetto territoriale ed economico complessivo, di cui i parcheggi rappresentano solo una parte; secondo: perché durante l’ultima stagione balneare il funzionamento e la disponibilità dei parcheggi sulla costa est sono risultati più soddisfacenti che negli anni passati.
La questione dei servizi per la fruibilità della costa est va posta correttamente. Non serve invocare nuovi parcheggi o nuove strutture, ma occorre porsi nell’ottica della qualità dell’ambiente e del rispetto degli standard di uso stabiliti, senza aggravare l’affollamento di aree di pregio come sono le dune e gli arenili. Per il resto occorre studiare strategie per diversificare il turismo del fine settimana e stagionale: questa è la sfida a cui i comuni dovranno rispondere non in contrasto ma attraverso la Società dei Parchi, che è stata ed è lo strumento principe per valorizzare importanti aree della Val di Cornia senza snaturarle.

Non vorremmo – prosegue il comunicato – che da tale polemica nascesse l’intenzione di tornare indietro rispetto alla scelta del contratto di servizio tra Comuni e Parchi, che è risultata una buona soluzione poiché i comuni hanno potuto, già in fase di previsione di bilancio, determinare l’entità del loro impegno finanziario a fronte delle attività programmate dalla società per l’anno successivo.
Ricordiamo che il Piano strutturale pone come obiettivo strategico quello dello sviluppo sostenibile, inteso come integrità dell’ecosistema, efficienza delle attività economiche, sostenibilità ambientale, ed equità sociale. Per questo, difendere e sviluppare i parchi e ciò che rappresentano in questo territorio significa affermare il punto fermo dello sviluppo basato sulla tutela dell’ambiente, delle risorse naturali, storiche, archeologiche e culturali.
Anche sulla compatibilità tra attività di parco e attività di cava – conclude Rifondazione – non possiamo accettare un improbabile concetto di convivenza: lo sviluppo sostenibile significa fare alcune cose e non farne altre; non può andare bene tutto. Del resto fino ad ora questa convivenza ha presentato emergenze che tutti conosciamo.

Apprezziamo il tentativo del Comune di Campiglia di aver aperto un lavoro congiunto per valutare quali possano essere i limiti di questa convivenza a favore dell’attività di parco, ma siamo nettamente contrari a qualsiasi prolungamento delle autorizzazioni estrattive, che dovranno quindi terminare alla scadenza stabilita, come peraltro già scritto in un documento ufficiale sottoscritto da Comuni, Circondario, Provincia e Regione».
PRC Esecutivo zona Piombino Val di Cornia Elba


PIOMBINO: I VERDI IN CONSIGLIO COMUNALE SU CENTRALE A CARBONE

A seguito dei recenti segnali che prevedrebbero uno scambio tra risanamento ambientale di impianti industriali e realizzazione di una nuova centrale alimentata a carbone, i Verdi porteranno nel prossimo consiglio comunale di Piombino un interpellanza affinché il Sindaco e la Giunta chiedano al governo nazionale di pianificare, insieme anche a Provincia e Regione, il futuro della produzione energetica sul nostro territorio in modo da diminuire il peso ambientale delle emissioni climalteranti.

I Verdi Val di Cornia, considerato che in base al protocollo di Kyoto l’Italia deve tagliare 600 milioni di tonnellate di CO2 in cinque anni e che la Toscana in particolare deve contribuire con 5,5 milioni entro il 2012 e preso atto che la Regione Toscana ha previsto interventi che consentiranno di risparmiare 5,9 milioni di tonnellate l’anno.

Riconosciuto inoltre che una delle cause dell’effetto serra è legata dall’aumento delle emissioni prodotte dall’utilizzo dei combustibili fossili e che il carbone, a parità di energia prodotta, produce il più alto livello di anidride carbonica, e visto che in l’Italia la produzione di energia discende da fonti combinate (45% di gas, 18% di olio combustibile, 18% di carbone e il restante da fonti rinnovabili) e che per il futuro bisogna puntare sulla lotta agli sprechi, sull’efficienza e sulle fonti rinnovabili, sicure e pulite, ma che in tale campo è stato accumulato un grave ritardo.

Ritenuto che allo stato attuale sia necessario, in via transitoria, privilegiare l’uso del gas prevedendo la riconversione a metano della centrale termoelettrica di Torre del Sale, al fine anche di ridurre il più possibile i danni all’economia locale (turistica ed agricola) arrecati dall’inquinamento ambientale prodotto dall’olio combustibile attualmente utilizzato e il rischio legato all’approvvigionamento via mare di detto combustibile e rilevato che l’area industriale di Piombino è la maggiore produttrice di energia elettrica a livello regionale, che produce il 50% dell’energia elettrica della provincia di Livorno e circa ¼ di tutta la CO2 prodotta dalla Regione Toscana, cui corrisponde un valore pro capite di CO2 16 volte superiore alla media regionale.

I Verdi ricordano inoltre che nel 2006 ricorre il ventennale del referendum popolare che ha espresso a larghissima maggioranza la contrarietà alla riconversione a carbone della centrale termoelettrica di Tor del sale;

Tenuto conto di notizie e indiscrezioni apparse sulla stampa locale che suggeriscono la possibilità che possa realizzarsi un accordo che prevedrebbe uno scambio tra risanamento ambientale di impianti industriali e realizzazione di una nuova centrale alimentata a carbone, il gruppo consiliare dei Verdi del Comunale di Piombino impegnano il Sindaco e la Giunta a chiedere al governo nazionale di pianificare, insieme anche a Provincia e Regione, il futuro della produzione energetica sul nostro territorio in modo da diminuire il peso ambientale delle emissioni climalteranti e a ribadire il parere contrario all’insediamento di centrali alimentate a carbone perché in contraddizione con gli obiettivi del Protocollo di Kyoto sull’emissione di gas serra e in opposizione alla volontà popolare già espressa con il referendum del 1986.


SAN VINCENZO: GRADUATORIA DEI CONTRIBUTI PER L’AFFITTO, 45 FAMIGLIE AIUTATE

È ufficiale la graduatoria dei cittadini che hanno diritto al contributo per l’affitto del proprio appartamento. Quarantacinque le famiglie che riceveranno l’aiuto economico del Comune per pagare il canone mensile, divise in due fasce: 39 nella fascia A, quella con maggiori difficoltà economiche, 6 in fascia B.

Il Comune ha già stanziato 10mila euro ai quali si aggiungeranno i soldi della Regione. Sicuramente ci sarà un contributo aggiuntivo a quello tradizionale perché il Comune ha stanziato fondi propri e questa decisione viene premiata dalla Regione.
La graduatoria è consultabile presso l’ufficio sicurezza sociale del Comune fino al 6 settembre. Scadono invece il 2 ottobre prossimo i termini per richiedere le agevolazioni sociali per il pagamento di luce, acqua, gas, smaltimento dei rifiuti e spese mediche.

Il fondo comunale a disposizione per i contributi è di 18mila euro. I moduli sono disponibili presso gli uffici sicurezza sociale e relazioni con il pubblico del Comune, il distretto sanitario, i sindacati Cgil e Cisl di San Vincenzo, Uil di Piombino. Il bando è invece scaricabile dal sito internet del comune www.comune.sanvincenzo.li.it, oppure può essere richiesto agli uffici comunali sicurezza sociale e relazioni con il pubblico. Info: 0565 707232-206-243.


SUVERETO: UNA NUOVA AMBULANZA PER LA CROCE ROSSA

La Croce rossa italiana di Suvereto domenica 10 settembre festeggia insieme a rappresentanze delle consorelle del settore, il potenziamento dei mezzi di soccorso del comitato locale. Infatti sarà a disposizione una nuova ambulanza di primo soccorso e rianimazione che andrà a completare l’organico per un ancor più puntuale servizio nel territorio del comune di Suvereto, dove operano i numerosi volontari inquadrati nel gruppo pionieri, i volontari del soccorso e il comitato femminile.

I festeggiamenti inizieranno con il ritrovo in piazza Vittorio Veneto delle associazioni del settore, mentre alle 16,30 il presidente del locale comitato Cri Massimo Fiaschi darà il benvenuto alle autorità convenute e alla cittadinanza. La Cri nazionale e regionale saranno rappresentate ai massimi livelli, a cominciare rispettivamente dai due presidenti Massimo Barra e Francesco Caponi che prenderanno la parola in piazza per sottolineare l’opera del volontariato. Nell’occasione saranno anche consegnati alcuni attestati di benemerenza e si procederà anche alla benedizione della nuova ambulanza. Ai festeggiamenti in piazza seguirà poi, a partire dalle 18 presso la sala della Rocca nella parte alta del paese un buffet offerto a tutti gli intervenuti alla festa.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 10.9.2006. Registrato sotto cronaca, cultura. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    16 mesi, 19 giorni, 19 ore, 15 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it