NOTIZIE DALLA VAL DI CORNIA DEL 20 GIUGNO 2006

Vediamo insieme le brevi di oggi dalla Val di Cornia.
Premi su: Leggi Tutto…

PIOLI PRESIDENTE DELLA SOCIETA’ DELLA SALUTE

La giunta esecutiva della Società della Salute della Val di Cornia ha nominato nuovo presidente il Sindaco di Suvereto Giampaolo Pioli, in sostituzione del Sindaco di Campiglia Silvia Velo.

L’inizio del mandato di Giampaolo Pioli coincide con un passaggio importante della nostra Società della Salute: l’elaborazione e l’approvazione del Piano Integrato di Salute (PIS), strumento principe della programmazione socio-sanitaria del territorio, così come previsto dalle norme regionali.

«Siamo giunti al PIS – commenta il neo presidente – attraverso un iter di discussione e di approfondimento condotto egregiamente dal Direttore e dal suo staff operativo, a cui i Sindaci hanno dato il loro contributo e che ha visto la partecipazione del tessuto associativo, sindacale, del terzo settore e dei settori medici professionali coinvolti. E’ ora opportuno portare a conoscenza dei cittadini e della società in senso più largo questo documento forte e articolato, anche attraverso iniziative pubbliche di presentazione».

PIOMBINO: LA NOTTE DEI FALÒ, UN RITORNO ALLE TRADIZIONI POPOLARI

Sin dai tempi più remoti il cambio di direzione che il sole compie, tra il 21 e il 22 giugno, è stato interpretato come un momento particolare e magico, legato agli usi e alle tradizioni popolari e contadine. La notte di San Giovanni, che si celebrerà a Piombino la sera del 23 giugno con i tradizionali falò, rientra appunto nelle celebrazioni solstiziali.

Proposta dalla Circoscrizione Porta a Terra Desco e dal comune di Piombino, assessorato alle attività produttive per il secondo anno consecutivo, la festa sarà arricchita quest’anno dalla presenza di figuranti in costume e dal mercatino artigianale, che animeranno il centro storico a partire dalle 18. Fondamentale per l’organizzazione della festa è stato il contributo organizzativo delle associazioni di categoria, dell’associazione Tolla, Porta a Terra, del comitato del centro storico e del centro promozione delle vie Galilei e Cellini.
Il clou della manifestazione si svolgerà al porticciolo dove, durante la serata e fino a mezzanotte, saranno accesi i falò, mentre una taverna sul porto darà ristoro a tutti i visitatori.

Prima che il Cristianesimo ritualizzasse nella propria tradizione culturale la festa solstiziale dedicandola a San Giovanni, i giorni del solstizio d’estate erano tradizionalmente dedicati ai culti naturalistici consacrati al sole. Nel corso del tempo c’è stato un mischiarsi di tradizioni antiche, pagane e ritualità cristiane, che hanno dato origine a credenze e riti ancora in uso e ritrovabili per lo più nelle aree rurali. In tutte le località in cui sopravvive la festività di San Giovanni, il tema dominante che si è conservato con maggiore frequenza è quello relativo ai falò, intorno ai quali ballare e cantare. Un uso popolare molto diffuso anche a Piombino fino alla fine degli anni ’70 che ha sempre visto la partecipazione di molte persone nei diversi quartieri.


INIZIATIVE A PIOMBINO PER IL REFERENDUM COSTITUZIONALE

Vediamo insieme le iniziative in programma a pochi giorni dal referendum.

Il 21 giugno alle ore 17,00 – presso il circolo ARCI del COTONE ed alle ore 21,00 presso il circolo ARCI di SUVERETO – si svolgeranno due iniziative per spiegare le ragioni del NO, nel referendum del 25-26 giugno, agli stravolgimenti della Costituzione apportati dal centro-destra.
Introdurrà la discussione il professore Rossano Pazzagli della Rete del Nuovo Municipio.

Mercoledì 21 ore 21 p.za Cappelletti il Comitato locale “Salviamo la Costituzione” incontra i cittadini con la partecipazione del sen. Gianfranco Morganti del gruppo Ulivo e segretari dei partiti dell’Unione locale.


RNP: BARSI HA RAGIONE SUI GAZEBO DEL CENTRO STORICO

«Ha perfettamente ragione – commenta Riccardo Marzocchi della Rosa nel Pugno – l’Assessore e Vice Sindaco Carlo Barsi nel sottolineare l’importanza che hanno le occupazioni di suolo pubblico dei bar e ristoranti nel centro storico per vivacizzare la città e favorirne il turismo. Tutte le città che vogliono essere più accoglienti e più aperte al turismo oltrechè per i propri cittadini infatti ne fanno un largo uso e non si vede quindi perché Piombino dovrebbe fare eccezione».

«Mangiare all’aperto nel nostro centro storico – continua il rappresentante della RnP – è senz’altro un’importante carta da giocare per far conoscere Piombino ai turisti, sia a quelli che orbitano in Val di Cornia, sia a quelli di passaggio per l’Elba che possono così vedere una città molto diversa da quella che vedono entrando in città e partendo dal Porto. Chi c’è stato, magari può tornarci se gli è piaciuta e senz’altro però ne parla diversamente da chi di Piombino ha visto solo il Porto. Per questo bene ha fatto Barsi a ribadire questi concetti e crediamo anzi che ulteriori sforzi debbano essere fatti per migliorare ancora l’immagine, che anche tramite questi arredi, viene data della città.

Quel regolamento – conclude la Rosa nel Pugno – che per la prima volta li consentiva è infatti sicuramente datato e necessita di essere rinnovato, per dare ulteriore qualità e nuove possibilità a chi vuol utilizzare lo spazio esterno per i propri clienti. In questo senso crediamo dovranno andare gli indirizzi futuri, in linea con quanto sino ad adesso è stato fatto per favorire il turismo, per dare ulteriori opportunità al commercio e quindi per realizzare concretamente quella diversificazione economica che è alla base del programma della Giunta Anselmi».

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 20.6.2006. Registrato sotto cronaca. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    17 mesi, 16 giorni, 5 ore, 12 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it