NOTIZIE DALLA VAL DI CORNIA DEL 9 GIUGNO 2006

Vediamo insieme le notizie dalla Val di Cornia di oggi.

Premi su: Leggi Tutto…

PIOMBINO: LO STENDARDO DI ELISA ESPOSTO AL CASTELLO

Venerdì 9 giugno verrà inaugurata l’esposizione dello stendardo della Guardia d’Onore di Elisa e Felice Baciocchi, restaurato recentemente e appartenente alla collezione napoleonica del museo Stibbert di Firenze. L’iniziativa è stata organizzata dal Rotary Club di Piombino con il patrocinio del comune di Piombino in occasione del cinquantesimo anno dalla sua fondazione.

La presentazione della mostra, diversamente da quanto indicato negli inviti, si svolge nella sala del consiglio del palazzo comunale alle ore 17,00. Saranno presenti l’assessore alle politiche culturali Ovidio Dell’Omodarme, Simona Di Marco del museo Stibbert di Firenze, Mary Bulgarel restauratrice del drappo, Umberto Canovaro presidente del Rotary Club di Piombino.
Subito dopo, intorno alle 18,00 circa, l’iniziativa si sposterà al castello per l’inaugurazione della mostra.

Insieme allo stendardo, unico esemplare esistente, sarà esposto anche il dipinto raffigurante i ritratti di Elisa e Felice Baciocchi realizzato nel 1812 da Joseph Franque, allievo di David, maestro del disegno all’Accademia di Carrara e affermato ritrattista nell’ambiente artistico legato alla corte di Elisa.


SUVERETO: PROROGATI I TERMINI PER L’AUTODICHIARAZIONE CATASTALE

Il Consiglio Comunale di Suvereto ha modificato un articolo del regolamento che prevedeva la possibilità per i cittadini di adeguare volontariamente l’eventuale erroneo accatastamento degli immobili, prima che vengano effettuati i controlli. I termini della cosidetta “definizione agevolata” sono stati prorogati dal 30 maggio al 20 dicembre 2006, in coincidenza con con la scadenza della rata a saldo dell’ICI.

L’agevolazione consente ai proprietari d’immobili non dichiarati al catasto o il cui classamento non sia più coerente per variazioni edilizie apportate alle abitazioni, di autodenunciare la situazione alla’Agenzia del Territorio e, successivamente di comunicare l’avvenuto adeguamento agli uffici competenti del comune. Questo permette ai cittadini di pagare solo la differenza tra il pagato e il dovuto per i cinque anni indietro (nel caso di modifiche apportate alla proprietà e quindi di aggiornamento della rendita) o dell’intero imponibile (nel caso di mancato accatastamento), senza incorrere nelle sanzioni previste, mentre verranno applicati gli interessi legali.

La proroga si è rivelata opportuna visto che le procedure di accatastamento, in particolare quelle relative all’accatastamento al catasto urbano degli ex fabbricati rurali, si sono rivelate particolarmente lunghi, questione ripetutamente sollevata da molti professionisti che seguono le relative pratiche. “E’ un atto, ha dichiarato il Sindaco Giampaolo Pioli, che vuole uteriormente agevolare i cittadini e dimostra ancora una volta che l’aggiornamento degli accatastamenti non è un atto punitivo nei confronti dei proprietari, ma vuole, ristabilire un’equità e una giustizia fiscali che ci paiono almeno doverose.

L’autodichiarazione permette di non incorrere nelle sanzioni previste dalla legge.” Per ogni informazione i cittadini possono naturalmente rivolgersi all’Ufficio Tributi del Comune di Suvereto.


PIOMBINO: NUOVA PROCEDURA PER RIDURRE I COSTI DEI MUTUI COMUNALI

Al fine di razionalizzare il più possibile i costi derivanti dall’accensione di nuovi mutui e per snellire le relative operazioni burocratiche, il comune di Piombino ha adottato da quest’anno una nuova procedura che consentirà sicuri vantaggi economici.

“Invece di contrattare i mutui di volta in volta, a seconda della necessità immediata – spiega l’assessore alle finanze Massimo Giuliani – abbiamo fatto una gara tra gli istituti bancari maggiormente affidabili, per dimensioni, esperienza e prioritariamente tra quelli operanti su piazza, che ci ha permesso di individuare un unico interlocutore in grado di garantire, per un anno intero, la copertura finanziaria complessiva della spesa di investimento ad un tasso d’interesse molto più vantaggioso rispetto a quello degli anni precedenti.”

Ad aggiudicarsi la gara per il periodo che va dal 1 maggio 2006 al 30 aprile 2007, è il Monte dei Paschi di Siena, che assicurerà la copertura finanziaria delle spese del comune e degli enti e società controllate con un mutuo complessivo di 24 milioni di euro, ad un tasso di interesse variabile del 3,14% e un ammortamento in 20 anni.

Un’iniziativa che cerca di razionalizzare maggiormente le spese, e che si associa alle altre iniziative di ricontrattazione dei vecchi mutui che l’assessore Giuliani ha avviato nei mesi scorsi.


SAN VINCENZO: MOLINARI APRE LA STAGIONE DI RASSEGNE ARTISTICHE

Si apre Venerdì 9 giugno 2006 alle 21 con la mostra del pittore Arturo Molinari l’estate di rassegne artistiche a San Vincenzo. I quadri del pittore rimarranno esposti fino al 18 giugno nella Sala esposizioni del Palazzo della cultura, ogni sera a partire dalle 21. L’ingresso è gratuito.

La mostra di Molinari inaugura la serie di esposizioni dedicate alla pittura che si concluderanno a settembre. Sei in tutto le rassegne, ospitate, tranne una, nella nuova sala esposizioni del palazzo della cultura: dal 25 giugno al 9 luglio la rassegna curata dalla galleria d’arte Bozzoli di Empoli, dal 28 luglio al 6 agosto la mostra di Patrizia Compostella, e in contemporanea nel Giardino della Torre quella di Mario Frati, dal 25 agosto al 3 settembre la mostra di Paola Salvestrini e a settembre dall’8 al 17 è la volta di Alda Casini, mentre chiude la stagione dal 22 settembre al 1 ottobre Enzo Masci.


SEMINARIO DELL’UNIVERSITÀ DI FIRENZE A SAN VINCENZO

Si tiene dal 12 al 17 giugno presso la Torre di San Vincenzo un seminario per laureati in ingegneria e informatica, tra i quali cinque del nostro territorio. A organizzare quella che è una vera e propria scuola estiva (Summer School), l’Università di Firenze, in collaborazione con quella di Modena e le due Network of Excellence della Comunità Europea DELOS e MUSCLE.

Tema dell’appuntamento lo sviluppo delle tecnologie informatiche legate all’apprendimento e alla ricerca. Parteciperanno come relatori il Pro-rettore dell’Università di Firenze Alberto Del Bimbo, Rita Cucchiara dell’Università di Modena e di Reggio Emilia, Nozha Boujemaa dell’INRIA Roquencourt di Parigi ed Eric Pauwels del CWI di Amsterdam. Considerato il valore culturale dell’appuntamento e l’iscrizione gratuita al corso per cinque laureati del nostro territorio, il Comune ha concesso il patrocinio e messo a disposizione gratuitamente i locali e il personale di custodia.


PARCHI VAL DI CORNIA CASO DI STUDIO

Parchi Val di Cornia modello da imitare. Sotto la lente i processi di innovazione e di gestione del territorio e del patrimonio archeologico e naturale, che hanno permesso di realizzare il sistema integrato di parchi e di musei.

Due gli appuntamenti, tra Lazio e Umbria, di approfondimento sull’esperienza locale di sistema integrato di valorizzazione culturale, ambientale e di fruizione turistica. A Magliano Sabina, in provincia di Rieti, martedì 6 giugno, il presidente Parchi Val di Cornia, Massimo Zucconi, è intervenuto sul tema “Gestione innovativa dei servizi turistici e culturali degli Enti Locali” al convegno “Valorizzazione Ambientale della Valle del Tevere – Sviluppo sostenibile di un territorio”.

Una giornata di studio per tracciare un percorso possibile per una reale valorizzazione del territorio della Valle del Tevere, fare un punto sui piani e programmi in essere, e mettere a confronto buone pratiche ed esperienze positive. Appuntamento accademico, invece, mercoledì 7 a Orvieto , nell’ambito del master organizzato dal Comune di Orvieto e dall’Università di Roma sul manangement dei beni culturali.


CASO SIDERFOR: AMERINI (AN) REPLICA AL SINDACO

Continuano gli scambi politici sul caso Siderfor, questa volta è il turno di Alleanza Nazionale.

«Le ultime dichiarazioni del Sindaco sulla Siderfor – inizia Giampiero Amerini – necessitano di una risposta, non per fare dell’inutile e noiosa polemica, ma per alcune doverose precisazioni. Per quanto riguarda la parte offensiva delle sue affermazioni, che mi riservo di discutere in altra sede, posso dire che solo chi non ha più argomenti a disposizione ricorre a un simile linguaggio. Per quanto mi riguarda, ritengo di avere affrontato il problema Siderfor con la massima correttezza, senza adoperare parole offensive e in linea con l’impegno, preso con gli elettori, sintetizzato nel mio slogan elettorale: “Un solo interesse da difendere: Piombino”.

«Il Sindaco – continua il capogruppo di AN in consiglio comunale – dice: “Quando ho chiuso il centro polivalente di educazione ambientale”….Credo che, quel “quando ho chiuso”, sia sufficiente a dare un’idea della democrazia che esiste nel comune di Piombino. Alleanza Nazionale, quando il sindaco “ha chiuso” il Centro Polivalente di Educazione Ambientale, ha votato contro perché era consapevole che l’atto nascondeva la volontà di passare tutto alla Siderfor, come poi del resto è avvenuto. Certo –conclude Amerini – non ho problemi ad ammettere che dovevo compiacere qualcuno: dovevo compiacere i cittadini di Piombino per evitare che fossero costretti a subire un danno maggiore. Le altre affermazioni sono solo tritume».


VENTURINA: SUCCESSO DEGLI ALLIEVI DELLA SCUOLA MASCAGNI

Bella festa alla Sala della Musica di Venturina in occasione del saggio di fine anno degli allievi della Scuola di Musica della Filarmonica Ma scagni dello scorso 3 giugno. Sono stati applauditi da un pubblico composto da parenti e amici, ma anche dal direttore della scuola Andrea Sarri, dal direttore della Filarmonica Andrea Lupi e dal presidente della stessa associazione bandistica Bruno Vangelisti.

Durante la presentazione sono stati sottolineati i tratti caratterizzanti della scuola: avviamento alla musica ad ogni età e in modo personalizzato, musica d’insieme, collaborazione con l’Amministrazione comunale e l’Istituto comprensivo nell’ambito della promozione musicale e bandistica. Tra i più svariati sono stati i brani eseguiti che hanno spaziato dalla musica classica alle melodie antiche, dalla musica leggera al rock per giungere agli immancabili brani Disney sempre magnetici per i bambini, inoltre molti allievi si sono esibiti insieme grazie alla collaborazione tra le varie classi d’insegnamento. Al termine della serata il direttore Sarri ha consegnato gli attestati ad allievi e insegnanti.

Ed ecco tutti i protagonisti: Classe di clarinetto e sax (insegnante Marina Zannerini): Federico Carducci, Riccardo Fioretto, Samuele Gualtieri, Pierfrancesco Pepi (sax). Classe di chitarra (Alberto Bellucci e Leonardo Ceccanti): Dalia Buccianti Dionigi, Francesco Cirillo, Benedetto De Stefano, Ilaria Favilla, Dimitri Ferretti, Nico Grassi, Jacopo Montagnani, Matteo Mori, Joele Ridulfo, Luca Russo. Classe di percussioni (Ermindo Bottai): Michele Berti, Tommaso Camerini, Giulio Casalis, Arianna Cirillo, Beatrice Fiorini, Stefano Giuggioli, Alessio Gualtieri, Antonio Martini, Olivier Mannari, Giada Ninetti, Giuseppe Paini, Gianpaolo Pellegrini. Classe di tromba (Egisto Grandi): Gabriele Biondi, Alessio Cerretini, Franco Donati, Noemi Parenti, Simone Pazzagli, Emilio Tesi. Classe di canto (Rosaria Benucci): Veronica Bianchi, Dalia Buccianti Dionigi, Jonny Rizzo. Classe di pianoforte (Rosaria Benucci): Viola Balestri, Nicola Bonanno, Yuri Ferretti, Ubaldo Milli, Nadja Kast, Irene Santini. Classe di propedeutica (ins. Rosaria Benucci): Martina Bertuletti, Noemi Fabriani, Joele Ridulfo, Vittoria Ridulfo, Galileo Secchi. Classe di violino (Cristina Angele): Luca Catoni (viola), Pablo Staccoli, Alice Lazzeri, Kevin Vannucchi.


CONFERENZA DI BENEDETTINI SULLE MINIERE

Venerdì 9 giugno alle 21, nella sala della Grotta a Palazzo Pretorio, si terrà una conferenza in appendice al maggio campigliese. Oggetto, le antiche miniere di Campiglia. Relatore, lo storico locale Gianfranco Benedettini, presidente del Centro Studi Mussio.

Il titolo della conferenza è “Le miniere di Campiglia, un percorso nella storia attraverso le immagini di una tradizione antica”. Benedettini si servirà delle immagini, alcune delle quali inedite, dei monti e delle miniere del paese per ripercorrerne la storia, dal periodo etrusco fino ai giorni nostri.

E’ proprio nelle miniere della Val di Cornia che nacque una delle più importanti imprese del ventennio fascista, l’Azienda Minerali Metalli Italiani, alla miniera di stagno di Monte Valerio; la sua importanza era tale che lo stesso Mussolini si recò a Venturina per visitarla nel 1938.
Lo stabilimento si trovava nella zona di Cento Camerelle, nel punto che guarda la valle di Citerna, nei pressi della via omonima che collega Campiglia all’Aurelia. La zona è oggi scomparsa ed è proprio qua che anche gli etruschi effettuarono gli scavi alla ricerca del minerale. Son ricchi di storia quindi i monti del paese e Benedettini è qualificato per raccontarla, avendo scritto il libro “Le Miniere a Campiglia”.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 9.6.2006. Registrato sotto cronaca. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    16 mesi, 16 giorni, 11 ore, 2 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it