NOTIZIE BREVI DALLA VAL DI CORNIA DEL 25 NOVEMBRE 2005

Nelle brevi di oggi parliamo della promozione nazionale dei Parchi della Val di Cornia; della giornata della colletta alimentare di Sabato; del Convegno sulle antiche civiltà Nuragiche al Castello di Piombino e per concludere dell’importante convegno sul rapporto tra Bosco e Cave in Val di Cornia che si terrà a Suvereto.

Premi su: Leggi Tutto…

I PARCHI DELLA VAL DI CORNIA IN VETRINA

A pieno ritmo la promozione turistica dei parchi della Val di Cornia. Fitto il calendario di appuntamenti in prestigiose vetrine dell’offerta turistica, dedicate all’incontro con operatori del settore. Venerdì 25 novembre sarà la volta della Borsa del Turismo Scolastico di Genova. Al centro dell’offerta di Parchi Val di Cornia i nuovi laboratori didattici per le scuole, le escursioni, le visite tematiche e le proposte di visita con altri parchi, aree protette e centri naturalistici.

È invece la formula “Natura e archeologia per un turismo di qualità” quella scelta per l’ottava edizione della Borsa mediterranea del turismo archeologico, dal 17 al 20 novembre a Paestum. Una vetrina prestigiosa, tra le più importanti del settore, in cui i parchi si sono presentati grazie alla collaborazione con Apt Costa degli Etruschi. Un esordio importante quindi per la Val di Cornia, in cui l’area è stata presentata con successo, insieme alle aree archeologiche etrusche delle provincie di Arezzo e Grosseto.

Tra le chiavi della promozione anche i soggiorni e i weekend tematici, dedicati a chi è alla ricerca di una vacanza diversa, presentati di recente dalla Parchi alla Borsa del Turismo Sociale (Cral) di Fiuggi e a quella del Turismo Sportivo di Montecatini. Un viaggio che muove dalla rete delle aree archeologiche e naturali del comprensorio e che può essere costruito a partire dalle proposte di Costa degli Etruschi Tour – il tour operator del consozio turistico Promotour -, e frutto della collaborazione con la società Parchi. Proposte di viaggio raccolte nella speciale brochure dedicata ai gruppi, e presentata in anteprima a Beta 2005, la Borsa Europea del Turismo Associato, a Cecina dal 29 al 30 settembre, e che Promotour presenta in tutti i suoi appuntamenti promozionali, tra cui la scorsa settimana alla borsa del turismo di Londra.

GIORNATA DELLA COLLETTA ALIMENTARE IN VAL DI CORNIA

Per il nono anno la fondazione Banco alimentare onlus organizza per sabato in tutta Italia la giornata della Colletta alimentare.
Nella sola Toscana circa 6.500 volontari provenienti da esperienze diverse (San Vincenzo de Paoli, Caritas parrocchiali, Misericordia e Pubblica Assistenza) consegneranno all’ingresso dei supermercati una busta per la spesa della solidarietà da riempire con i prodotti suggeriti: olio, omogeneizzati, prodotti per l’infanzia, tonno e carne in scatola, pelati e legumi.

Nella Giornata della Colletta 2004 sono stati raccolti in Toscana, presso 304 supermercati, 578.020 Kg di prodotti che rappresentano il 35% dei prodotti immagazzinati e ridistribuiti dal solo Banco Alimentare toscano. Nella provincia di Livorno i 70.050 kg di generi alimentari raccolti sono stati subito distribuiti a 40 enti/associazioni caritative della provincia convenzionati con il Banco. I generi alimentari raccolti, inscatolati per tipologia e immagazzinati saranno distribuiti agli enti/associazioni della nostra provincia. Anche quest’anno, per introdurre al significato della Colletta alimentare, viene proposta una frase che sottolinea il valore educativo dell’iniziativa: “Di fronte a tante macerie e a tante opportunità non utilizzate per i più poveri possiamo far finta di nulla”? La Colletta alimentare è un gesto di carità personale, semplice e concreto, possibile a tutti, che introduce questa mentalità nella singola persona e nel popolo.

Il banco alimentare sarà presente a Campiglia al punto Sma, a Piombino al Conad Tirreno, Dico Perticale, Penny Market, Unicoop Tirreno, a San Vincenzo all’Unicoop Tirreno, a Venturina al Penny Market, Conad, Sma Unicoop Tirreno. A Suvereto alla Caritas parrocchia San Giusto Vescovo, alla Caritas diocesana di Piombino e alla San Vincenzo de Paoli.


PIOMBINO: CONVEGNO SULLE ANTICHE CIVILTA’ NURAGICHE

“I nuraghi, filo diretto tra la Sardegna e la Toscana”, è il titolo del convegno che si svolgerà al Castello domenica 27 novembre a partire dalle ore 16,00 con il patrocinio della regione Sardegna, della Federazione associazioni sarde in Italia, del comune di Piombino e della provincia di Livorno.

Organizzato dall’associazione culturale sarda “Quattro Mori” di Livorno in collaborazione con l’assessorato alle politiche culturali del comune di Piombino e dell’associazione archeologica piombinese, il convegno intende affrontare alcuni temi legati all’antica civiltà nuragica, evidenziando i rapporti tra l’Etruria settentrionale e la Sardegna nell’età del ferro.
L’incontro si aprirà con un’esibizione canora della Corale Associazione Culturale sarda “Quattro Mori” di Livorno diretta dal maestro G. Giannetti. Dopo il saluto del presidente dell’associazione, Giorgio Canu, e dell’assessore Ovidio Dell’Omodarme, i lavori riprenderanno con le relazioni di Lucia Manca e di Sebastiano Demurtas, “Sistemi costruttivi in pietra a secco in Sardegna e nel Mediterrane: nuraghi e Talaiots”, di Carlo Tronchetti “Bronzetti e statuaria nella civiltà nuragica, di Pablo gorini “I rapporti tra l’Etruria settentrionale e la Sardegna nell’età del ferro” e di Fabio Fedeli “l’architettura funeraria a Populonia nell’età del ferro”.

Al termine del convegno sarà offerta una degustazione di prodotti tipici della Sardegna.

SUVERETO: IL BOSCO,LE CAVE, L’AMBIENTE

Da una parte il bosco con i suoi valori ambientali, storici ed economici; dall’altra le cave con il loro peso sull’ambiente e il paesaggio naturale. Due elementi in conflitto tra loro che sono al centro di un convegno organizzato a Suvereto nell’ambito della 38° Sagra con il patrocinio del Ministero delle Politiche agricole e forestali e che il 3 dicembre vedrà riuniti nella sala del Museo d’Arte Sacra studiosi, amministratori e rappresentanti del Corpo Forestale dello Stato.

Interverranno al convegno a partire dalle ore 9.30 il sindaco GIAMPAOLO PIOLI, l’assessore provinciale ARCH. ANNA M. MARROCCO il professor PIETRO PIUSSI (Università di Firenze), il Dott. ENEO HOST (Regione Toscana), il Dott. PIERO NICOLETTI (Ambiente Italia), il Dott. LUCA BARATTINI (Corpo Forestale dello Stato) Prof. GIORGIO PIZZIOLO (Università di Firenze), l’Arch. MASSIMO ZUCCONI (Presidente Parchi Val di Cornia), il Dott. ALESSANDRO SAMOLA (Comunità Montana Colline Metallifere) e il Geom. ANTONIO MAZZARELLA (Corpo Forestale dello Stato).
Presiede il Prof. ROSSANO PAZZAGLI (Direttore Istituto di Ricerca sul Territorio e l’Ambiente “Leonardo”, Pisa).

Il bosco e la macchia hanno rappresentato nei secoli un tratto saliente della Val di Cornia, mentre le attività estrattive di cave e miniere hanno punteggiato fin dall’antichità le aree boscate di Monte Calvi, di Montioni, del Campigliese, lasciando sul territorio una pesante eredità. Le cave e le miniere dismesse hanno lasciato in eredità al territorio siti da ripristinare e riutilizzare; mentre quelle ancora in attività pongono seri problemi di compatibilità con l’ambiente e con le nuove forme di economia della zona (il turismo, la ruralità, il mare). Ferite aperte, aree dismesse trasformate in parco, cave in attività che rappresentano ancora una minaccia per l’ambiente, il patrimonio forestale che richiede maggiore attenzione… Su questi temi il convegno di Suvereto intende offrire un momento pubblico di conoscenza e di riflessione in un territorio come la Val di Cornia, che vuole fare del turismo e dell’ambiente i suoi punti di forza, mentre le grandi cave a cielo aperto rappresentano ancora un chiaro elemento di criticità ambientale.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 25.11.2005. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    16 mesi, 19 giorni, 13 ore, 26 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it