SAN VINCENZO: 20 NUOVI BAGNINI MONITORERANNO LE COSTE

Sette i chilometri di costa interessati, quattro i punti azzurri, vale a dire le torrette di avvistamento poste sulla spiaggia, ma soprattutto massima integrazione tra ente pubblico e soggetti privati, che si traduce in 20 postazioni attrezzate per il soccorso, con la presenza di bagnini: sono queste le novità principali del cosiddetto servizio di salvataggio, attivo dall’11 giungo all’11 settembre nel Comune di San Vincenzo.

“La novità rilevante è l’assoluta integrazione tra i punti di sorveglianza pubblici, vale a dire i quattro punti azzurri con le torrette di avvistamento, e gli stabilimenti balneari privati” afferma il Sindaco Michele Biagi. Infatti, mentre negli anni precedenti il servizio di sorveglianza comunale rappresentato appunto dai punti azzurri non era coordinato con quello offerto dagli stabilimenti balneari, e quindi ciascuno sorvegliava sostanzialmente lo specchio acqueo di fronte alla propria postazione, da quest’anno tutti gli operatori pubblici e privati nelle postazioni di sorveglianza saranno collegati tra loro e avranno la responsabilità di supportare il lavoro dei colleghi. Nel caso di un intervento di salvataggio da effettuare ad esempio nello specchio acqueo di fronte a un punto azzurro pubblico, tutti gli altri bagnini nelle altre postazioni, sia pubbliche che private, verranno avvertiti della situazione di emergenza e dovranno essere pronti ad intervenire nel caso se ne presenti la necessità. Potenziata anche la dotazione di mezzi per il pattugliamento in acqua: passano da due a sei le moto d’acqua a disposizione degli operatori per un pattugliamento più intenso, e per la prima volta sarà garantita anche la sorveglianza aerea con la presenza di un elicottero”.

Leggi Tutto…

Tutti gli accessi a mare del tratto di costa di sette Km dal confine nord di San Vincenzo all’ingresso di Rimigliano saranno numerati per consentire una reperibilità e un ingresso più facile ai mezzi di soccorso. “Questo lavoro di integrazione consentirà a tutte le postazioni di essere operative tutte a partire dalla stessa data, e cioè dall’11 giugno”, sottolinea il Presidente del Consorzio Sabbia Etrusca l’Avvocato Davide Lera, esprimendo soddisfazione per la direzione intrapresa dall’amministrazione comunale.

“Si tratta di un grosso investimento in sicurezza” sottolinea l’assessore Cecchini. “Il Comune infatti investe 90.000 euro per l’attivazione di questo servizio, una somma che serve per l’assunzione dei bagnini per i punti azzurri, per l’adeguamento dei mezzi di soccorso e delle torrette, e ovviamente per la gestione complessiva del servizio, con i contributi pattuiti sia al Consorzio sia alle due associazioni che partecipano. Una parte dei 90.000 sono destinati alla produzione di materiale informativo sulle norme di sicurezza da rispettare, e sulle modalità di funzionamento del servizio di salvamento, un opuscolo che sarà distribuito in 10.000 copie in tutti gli stabilimenti balneari di San Vincenzo. Mi preme comunque evidenziare”, conclude l’assessore “che il servizio di salvataggio fa parte del nostro più ampio progetto di miglioramento della qualità complessiva dei servizi offerti ai turisti, che quest’anno ha significato l’istituzione della spiaggia per animali domestici, la creazione dell’area camper e una intensificazione della pulizia della spiaggia”.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 2.6.2005. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    3 mesi, 16 giorni, 13 ore, 20 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it