PIOMBINO: CONFERENZA PROVINCIALE DEI SINDACI SULLA SANITÀ

Si è riunita il 19 maggio a Piombino nella sala consiliare la conferenza provinciale sulla sanità. La prima conferenza provinciale dall’insediamento delle nuove amministrazioni, che il sindaco di Livorno, Alessandro Cosimi, in qualità di presidente, ha scelto di effettuare a Piombino per evidenziare l’importanza dei territori e l’impostazione provinciale delle tematiche legate alla sanità.

Erano presenti all’incontro, oltre a Cosimi e al sindaco di Piombino Gianni Anselmi, il sindaco di Cecina Paolo Pacini, di Rosignano Marittimo Alessandro Nenci, di Portoferraio Roberto Peria, insieme al direttore generale dell’Asl 6 Massimo Scura, al direttore amministrativo Vanno Segnini, al nuovo direttore sanitario Danilo Zuccherelli, al direttore dei servizi sociali Giuseppe Bondi, ai responsabili di zona, nonché dei presidii ospedalieri di Livorno del sud della provincia.

«A livello generale – commentano i sindaci – la conferenza è servita ad avviare e condividere un lavoro unitario di valutazione delle problematiche che interessano aree con esigenze e caratteristiche diverse tra di loro come Livorno, la Val di Cecina, la Val di Cornia e l’Elba. Una programmazione condivisa tra tutti i sindaci del territorio con una riappropriazione politica nella programmazione locale per riattivare anche una condizione di equilibrio all’interno dell’Area Vasta. La coesione quindi come condizione fondamentale al raggiungimento di risultati sia a livello locale sia a livello generale. In questo senso la rete tra gli ospedali della provincia è molto importante per affrontare i problemi dell’Area Vasta in maniera più adeguata».
Su questa falsariga sono state esaminate alcune delle problematiche più urgenti. In primis la necessità di un riequilibrio delle risorse, umane ed economiche, tra gli ospedali di primo livello e l’azienda ospedaliera, da sancire anche attraverso l’elaborazione di protocolli specifici. Attualmente nell’Asl6 la media dei posti letto per 1000 abitanti è di 3,4. Nell’azienda ospedaliera è di 4,4. Si tratta quindi di migliorare la situazione degli ospedali anche sotto questo aspetto. «Una priorità è quella di garantire le attività di primo livello in modo adeguato – dicono i sindaci – in modo da evitare competizioni e limitare al massimo le cosiddette “fughe”».

Nello specifico, inoltre, sono state affrontate le questioni legate al pronto soccorso, di particolare importanza con l’avvicinarsi dell’estate con l’incremento dei flussi turistici, della riabilitazione, delle liste d’attesa, della libera professione le cui modalità di svolgimento devono essere modulate in modo da risultare vantaggiose per il sistema pubblico.
Si è trattato di una prima discussione, quindi, che sarà ripresa a breve, in una prossima riunione prevista a Cecina il 27 maggio. L’impegno assunto in questa conferenza è di attivare un monitoraggio costante della situazione a livello provinciale convocando le riunioni almeno ogni tre mesi.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 20.5.2005. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata quella di vero inizio della crisi economica di Piombino. Da allora sono passati solo
    5 mesi, 11 giorni, 0 ore, 27 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it