NUOVO ALLESTIMENTO PER IL MUSEO ARCHEOLOGICO DI PIOMBINO

Un museo archeologico rinnovato, nella collezione e nei servizi, è quello che riapre a Piombino il 18 dicembre dopo essere rimasto chiuso al pubblico per circa un mese, il tempo necessario alla realizzazione di un nuovo allestimento, concordato con la Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana e reso possibile grazie ad un contributo della Fondazione Monte dei Paschi di Siena ricevuto dal Comune di Piombino.

Il programma dell’inaugurazione prevede, com’è consuetudine per questa prestigiosa struttura attiva a Piombino dal 2001, momenti di coinvolgimento e partecipazione dedicati al pubblico ed alla comunità locale. Per l’occasione saranno presenti le autorità, i promotori, gli sponsor e i responsabili della Soprintendenza.

Alle ore 12 presentazione con gli interventi delle Autorità Comunali, dei responsabili della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana, dei responsabili della Parchi Val di Cornia S.p.A.

Dalle ore 12 alle 19 il Museo resterà aperto gratuitamente, per consentire a chiunque sia interessato di scoprire i preziosi reperti integrati nel percorso museale: il Mosaico dei Pesci, restaurato dalla Cooperativa Mosaicisti di Ravenna e il Tesoretto di Rimigliano. Di grande interesse sono anche i servizi aggiuntivi realizzati per agevolare la visita: un’area didattica e una saletta audiovisivi. Il progetto ha anche permesso la realizzazione di una nuova postazione multimediale e di audioguide, che consentiranno una migliore fruizione del Museo da parte dei visitatori.

Alle ore 16.00, nella nuova sala audio-video del Museo, verrà presentata dal Comune di Piombino l’iniziativa “Un pomeriggio da raccontare”, letture per bambini a cura di Mauro Carrara, esperto di storia e tradizioni locali.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 17.12.2004. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    3 mesi, 22 giorni, 9 ore, 30 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it