LUCIA MARMUGI FA IL BILANCIO DI «NEW TUSCANY»

Un inizio promettente di «New Tuscany», la nuova manifestazione che la Ce.Val.Co.S.p.A. è riuscita ad organizzare in soli tre mesi.

Il salone agroalimentare della Toscana, conclusosi domenica 28 giugno, fin dalla giornata inaugurale quando sono intervenuti i nomi più prestigiosi dell’enologia nazionale e toscana ( Gaja, Incisa della Rocchetta, Rossi di Medelana, Renzo Cotarella, Michele Satta) insieme ad Augusto Bocchini e Daniele Cernilli ( definito da Rossi il “ guru dei vini “ ), è stato apprezzato per l’impostazione e l’organizzazione, che ha puntato sulla qualità e la professionalità, offrendo una immagine dei prodotti e del territorio di alto profilo.

Del resto il direttore dei rapporti istituzionali di Verona Fiere Vittorio Di Dio, che è stato presente in questi giorni a Venturina intervenendo all’inaugurazione, ha sottolineato le potenzialità del polo fieristico Cevalco ed ha riconfermato il grande interesse di Verona per la nostra regione ed in particolare per la Costa Toscana, una zona enologica dove si stanno affermando grandi vini insieme ad una produzione agroalimentare tipica e di qualità.

Lo struggente concerto di Gino Paoli, che è stato testimonial del Salone, ha chiuso la prima edizione, con un evento che, come auspicano gli organizzatori, potrà rimanere associato nel ricordo alla Val di Cornia e alla sua gente.

Il successo di New Tuscany è un punto concreto di ulteriore sviluppo dell’area fieristica della Cevalco e con questa manifestazione Lucia Marmugi ed il suo consiglio d’amministrazione passano il testimone al consiglio d’amministrazione che sarà eletto dall’assemblea dei soci del 30 giugno, dopodiché si procederà alla nomina del nuovo presidente.

Chidiamo alla Sig. Marmugi cosa pensa al riguardo della crisi del settore fieristico:
“Durante il mio mandato ho avuto la possibilità di fare un lavoro di squadra insieme a tutto il CdA che ringrazio, e a una serie di validissimi collaboratori. Questo spirito di gruppo ci ha permesso di far crescere la professionalità con cui vengono organizzate le manifestazioni, individuando anche all’esterno professionalità specifiche di cui avvalerci. Venendo alla crisi del settore io credo che al di là di questo e di alcuni ridimensionamenti generali che il settore delle fiere ha subito a tutti i livelli, quello delle fiere sia un momento indispensabile ed insostituibile per la qualità delle relazioni umane e della comunicazione diretta che si instaura tra i vari soggetti in campo. Il nostro territorio non ha ancora colto in pieno questa opportunità. Ma le Fiere di Venturina sono uno strumento a disposizione, un punto di riferimento fisso che soprattutto con New Tuscany ha espresso questo valore intrinseco”.

Siamo dunque arrivati alla meta?
“Niente affatto – precisa la presidente – c’è ancora molto da fare; ma credo sia doveroso sottolineare che in tre anni di lavoro si sono aggiunte alla Fiera di Maggio, oggi ristrutturata, due manifestazioni importanti quali la Mostra Provinciale dell’Artigianato e New Tuscany che, per le collaborazioni istituzionali che mettono in campo e la stretta sinergia con il territorio, danno un senso nuovo al futuro di questa area”.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 29.6.2004. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    3 mesi, 18 giorni, 1 ora, 42 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it