PIOMBINO: SPORT E SOLIDARIETA’ ALLO STADIO MAGONA

Domenica 18 aprile alle 15,30 si incontreranno al Magona lavoratori dell’azienda ISE di Piombino e rappresentanti dei Democratici di Sinistra per giocare una partita di calcio amichevole a sfondo umanitario, organizzata dalla stessa ISE.

Sarà un modo per aiutare l’AMREF, Fondazione africana per la medicina e la riceca, impegnata da anni negli aiuti all’Africa, in particolare nella raccolta di fondi per la costruzione di pozzi in Sudan. Al termine della partita, infatti, si svolgerà una cena di beneficenza il cui ricavato sarà devoluto all’associazione umanitaria.

A presentare l’iniziativa sarà Irene Scrivini, arbitro di calcio delle squadre “pulcini” negli anni passati e animatrice di altri appuntamenti sportivi come la Coppa Carnevale.

All’iniziativa aderisce anche la Banda Cittadina che aprirà la partita con una esibizione.

La formazione delle due squadre sarà composta per la ISE da Barsotti, Benini, Bucci, Fioretti, Giancaterina, Giorgini, Grilli, Landi, Lepri, Loffredo, Lorenzi, in panchina Olivari, Pirrone, Tagliaferri, Vagelli, Venturini. Per i DS scenderanno in campo Marcello Piccini, Valerio Malotti, Matteo Tortolini, Luigi Faggiani, Marcello Maio, Francesco De Mattia, Roberto Campani, Mario Patara, Gianni Anselmi, Andrea Manciulli, Corrado Ottanelli e, come riserva, Ilvio Camberini, Raimondo Medda, Stefano Noferi, Alberto Maestrini, Luciano Guerrieri, Franco Franceschini, Paolo Iacopucci, Michele Franchi. Allenatore Enzo Polidori

Per chi volesse contribuire all’iniziativa, gli estremi per effettuare il bonifico sono i seguenti:
Fondo di solidarietà lavoratori ISE Piombino, di Caludio Fiorini, Aurora Martorella, Stefano Pecchia e Adriano Talenti

Banca Popolare Etica
ABI 05018 – CAB 12100
C/C 000000104943

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 17.4.2004. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    3 mesi, 19 giorni, 23 ore, 7 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it