SUVERETO: PALIO DELLE BOTTI DOMENICA 2 MAGGIO

Sarà la diciottesima edizione quella della corsa delle botti che si disputerà nel centro storico di Suvereto domenica 2 maggio, contemporaneamente alla tradizionale fiera paesana, con artigianato, prodotti biologici e il tradizionale punto di ristoro al Ghibellino (pranzo e cena). Si tiene due volte all’anno da dieci anni, un paio di edizioni non si disputarono per il maltempo e una speciale si corse in occasione del giubileo 2000.

Anche quest’anno il palio sarà aperto a formazioni di altre città del vino, come Massa Marittima che lo vinse nel 2001 (saranno ospiti anche i famosi sbandieratori e musici di quella città), così come Castelnuovo Berardenga (Siena) nel 2000 e Corropoli (Teramo) nel maggio del 2002. Nelle ultime tre edizioni ha prevalso Suvereto che ha anche una rappresentativa della sua frazione San Lorenzo, mentre la novità di quest’anno saranno due formazioni provenienti da Ponte a Egola in provincia di Pisa, così come sono invitate anche Sassetta e Bibbona e si spera che anche Campiglia partecipi per la prima volta.

Le due edizioni del Palio delle Botti sono intitolate a S.Croce patrono di Suvereto, quella di maggio, e all’imperatore Arrigo VII quella della vigilia di ferragosto, istituita nel 1994 per far conoscere la tradizione locale anche alle migliaia di turisti che ormai invadono Suvereto in estate. Ma l’edizione storicamente accertata è quella che del maggio, festa patronale, con una corsa a cavallo dall’“alberone” alla pieve di San Giusto. I più vecchi ricordano ancora corse a cavallo disputate prima della guerra, poi dal 1972 si disputava col tiro con l’arco nel corso delle sagre del cinghiale, ma dal 1984 tornò alla sua data tradizionale del maggio e all’antica e spettacolare corsa dei cavalli sul difficile asfalto che consigliò poi di legarla alle botti e alla tradizione del vino locale.

Il libro sugli statuti di Suvereto (in vigore praticamente dal medioevo al 1700) di Luigi Giannecchini, recentemente presentato, testimonia la storicità della manifestazione: “…che si corri il Palio il dì di detta Santa Croce, come anticamente sempre si è usato”, si trova scritto alla rubrica XV, così come era festa per tre giorni, cioè il tre maggio per il patrono, il 4 dedicato alla Madonna miracolosa di Sopra la Porta e il 5 con la fiera di merci e bestiame che il comune sta rivitalizzando da qualche anno.

GUARDA
IL VIDEO DEL PALIO DELLE BOTTI 2002

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 13.4.2004. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    3 mesi, 16 giorni, 16 ore, 46 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it