LA «CITTÀ DEI BAMBINI» APRE AL PUBBLICO LA PROPRIA SEDE

Mercoledì 21 e venerdì 23 gennaio il Consiglio dei Bambini apre la propria sede di via Cavour, nei locali dell’ex liceo scientifico, per permettere la visita a scuole, genitori, insegnanti e a tutti gli interessati.

Attraverso foto, carte, disegni e plastici, sarà possibile conoscere il percorso seguito dai bambini di Piombino nell’elaborazione dei progetti passati e futuri.
Le coordinatrici del Consiglio guideranno i visitatori illustrando il metodo seguito ed i lavori fatti. Un modo per coinvolgere sui problemi della città e sulle iniziative da prendere in futuro.
L’orario di apertura del Laboratorio sarà dalle 10,30 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 17,30.

Istituito per la prima volta nel dicembre 2001 per volontà dell’amministrazione comunale, il Consiglio dei bambini, formato da un rappresentante di ogni classe IV e V delle scuole elementari, si riunisce una volta al mese ed esprime proposte per migliorare la vivibilità della città dal punto di vista della qualità urbanistica e della sicurezza stradale.

E proprio su quest’ultimo tema e sull’autonomia di movimento dei bambini si incentrerà il progetto quest’anno. Facendo una “mappatura” dei punti più pericolosi del centro di Piombino e di altri quartieri e proponendo miglioramenti per potersi muovere più liberamente, i bambini consegneranno agli uffici comunali alla fine dell’anno scolastico una serie di osservazioni per creare percorsi pedonali più sicuri.

Tra i progetti di quest’anno anche una nuova edizione della rassegna teatrale al teatro Metropolitan, che avrà inizio il 12 febbraio alle 17,15 con lo spettacolo «Il riciclone – le disavventure di un giocattolo».

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 20.1.2004. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    3 mesi, 20 giorni, 21 ore, 23 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it