APERTE LE ISCRIZIONI A «ADOTTA UNA PIGOTTA 2003»

«Adotta una Pigotta 2003» è il tradizionale appuntamento promosso dall’Unicef per sostenere la campagna di vaccinazione contro le malattie killer dell’infanzia: con 20 euro si porta a casa una morbida bambola di pezza (detta pigotta) e si regala a un bambino il suo passaporto per la vita.

Il successo di questa manifestazione, che viene proposta ormai da molti anni in tutte le piazze italiane, consiste nel coniugare finalità umanitarie con modalità di partecipazione attiva da parte della collettività locale. Anche quest’anno, infatti, il Comune garantirà il proprio contributo all’organizzazione, allo svolgimento delle pratiche d’ufficio e alla pubblicità, mentre associazioni, scuole e privati cittadini confezioneranno le bambole di pezza e cureranno le “adozioni”.

Tra i primi, a dare la propria adesione, i volontari del Ciasa, Auser e Banca del Tempo, ai quali si sono aggiunti studenti ed insegnanti della scuola media X settembre, del Centro Studi Minerva e della IV B della scuola elementare Dante Alighieri. Per partecipare c’è ancora tempo: le bambole infatti devono essere consegnate all’Urp entro il 10 dicembre.

Per qualsiasi informazione ci si può rivolgere all’Ufficio per le relazioni con il pubblico (Palazzo comunale, tel.0565.63274), dove fino ad esaurimento è disponibile gratuitamente materiale (imbottitura e stoffa) per la confezione delle pigotte.

Chi invece vuole adottare una pigotta potrà rivolgersi ai volontari della Banca del Tempo, presso l’esposizione aperta al pubblico in piazza Verdi, nella settimana precedente il Natale. Le pigotte saranno accolte nella tenda fornita dalla Prefettura di Livorno e allestita dal Comando dei Vigili del fuoco di Piombino, che come ogni anno forniranno il loro determinante aiuto per il buon esito della manifestazione.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 26.11.2003. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    3 mesi, 16 giorni, 13 ore, 15 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it