IMPRESE GIOVANILI E PRESTITO D’ONORE: RIPARTONO I FINANZIAMENTI PER 2000 BENEFIC

Riparte il finanziamento previsto delle misure agevolative del D.Lgs 185/2000, per circa 2000 giovani che nel maggio scorso erano a un passo dalla firma dei contratti per autoimprenditorialità e autoimpiego (Prestito d’Onore, Microimpresa, Franchising).

Lo sblocco dei fondi arriva grazie a una Delibera Cipe del 14 marzo 2003, che consente a Sviluppo Italia di dirottare sulle imprese giovanili parte delle risorse stanziate dal Cipe il 2 agosto 2002, per il rifinanziamento del Prestito d’Onore. Si tratta di 155 milioni di Euro che, a seguito del normale iter burocratico, sono solo da qualche giorno nella casse della società.

Le lettere di convocazione e aggiornamento del piano di impresa, sono state inviate in questi giorni ed indirizzate sia ai beneficiari del Prestito d’Onore che avevano concluso il percorso di valutazione, sia alle imprese giovanili ferme alla fase di progettazione esecutiva prevista dall’iter agevolativo. I destinatari delle lettere hanno 30 giorni di tempo per confermare la domanda di agevolazione ed il relativo progetto.

La ripresa dei finanziamenti è coerente con il costante impegno del Governo e del Ministero dell’Economia e delle Finanze nel sostenere le politiche agevolative sull’autoimpiego e l’autoimprenditorialità che hanno dimostrato di produrre risultati importanti sul fronte dell’occupazione.

Parallelamente al rifinanziamento degli strumenti agevolativi, Sviluppo Italia e Il Ministero dell’Economia e delle Finanze hanno elaborato una revisione delle procedure per l’accesso alle agevolazioni, garantendo per il futuro una valorizzazione delle misure legate al franchising e alla microimpresa, una drastica riduzione dei tempi di istruttoria delle domande attraverso una più corretta pianificazione finanziaria per l’utilizzo delle risorse pubbliche, un servizio interattivo di assistenza ai beneficiari e l’internalizzazione di alcune attività di assistenza tecnica.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 16.5.2003. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata quella di vero inizio della crisi economica di Piombino. Da allora sono passati solo
    5 mesi, 10 giorni, 20 ore, 20 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it