AMBIENTE: INCONTRO TRA LUCCHINI, ARPAT E COMUNE

PIOMBINO (LI) – La questione ambientale è stata affrontata questa mattina dal Sindaco Luciano Guerrieri e dagli assessori Faggiani e Della Pina nel corso della riunione a cui hanno partecipato rappresentanti dell’azienda Lucchini, Provincia, Asl e Arpat.

Le questioni in esame, già focalizzate nel precedente incontro del 12 marzo che Guerrieri aveva avuto con i tecnici Asl e Arpat, sono quelle relative alla necessità di migliorare la gestione e la manutenzione di alcuni impianti ancora inadeguati dal punto di vista ambientale.

In particolare si è parlato del problema della 27 Forni e della necessità di avviare al più presto l’utilizzo della transfert car per ridurre le emissioni durante lo sfornamento, dell’impianto sottoprodotti della cokeria e della sua messa a punto per una adeguata combustione dei gas, della necessità di ottimizzare la gestione e la manutenzione della nuova batteria 45 Forni.

“La situazione è migliorabile” ha dichiarato il Sindaco all’azienda “e crediamo che il miglioramento debba essere di natura gestionale e tecnica allo stesso tempo. Bisogna assolutamente fare di più per completare il processo di risanamento, già realizzato in buona parte. La ristrutturazione della cokeria va però completata al più presto, si tratta infatti di un impianto strategico nel tessuto produttivo nazionale e internazionale”.

E su questi punti è tornato anche l’assessore provinciale Della Pina, evidenziando la necessità da parte dell’azienda di rispettare i tempi e gli impegni concordati. La Lucchini ha mostrato la volontà di collaborare impegnandosi a portare a termine il processo iniziato, un processo che comunque ha dato fino ad oggi risultati importanti.

“La realizzazione di un accordo di programma che coinvolga Ministero dell’Ambiente e della Attività Produttive, Regione, Provincia, Comune e Lucchini sarebbe un passo molto importante per il raggiungimento degli obiettivi discussi” ha concluso il Sindaco “ e ci permetterebbe di individuare in maniera concertata le azioni e le risorse per sviluppare un rapporto più compatibile tra città e fabbrica”.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 2.4.2003. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    2 mesi, 19 giorni, 14 ore, 19 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it