TANZI E RAPACCINI AL ‘VICOLO DELL’ARTE’

Dal 10 al 16 agosto il caratteristico vicolo di Sant’Antonio (presso il Palazzo comunale) ospiterà la mostra di Elena Rapaccini e Federico Tanzi.

Elena Rapaccini è nata a Sesto San Giovanni trentadue anni fa e si è diplomata all’Accademia di Belle Arti di Firenze.
Ha insegnato al Liceo Artistico A.Gemelli di Cecina, ha partecipato a numerose mostre personali e collettive e a tre edizioni di Etruriarte.
A Piombino, ha esposto nella collettiva dedicata ai bambini di Chernobyl e, per la biennale di Arte Sacra Minore (edizioni 1999 e 2001), ha realizzato insieme ad altri artisti locali alcune riproduzioni di “santini”.
Federico Tanzi, pittore e scultore originario di San Giovanni Incarico, risiede e lavora da cinquant’anni a Piombino, dove è molto conosciuto; ha esposto in Italia e all’estero, in particolare a Mosca, Flemalle, New York, Pechino.

La mostra unisce dunque due personalità diverse, per età e percorsi artistici (che in alcune occasioni si sono per altro incrociati).
Il risultato è una proposta originale ed interessante: da una parte Tanzi, artista di consolidata esperienza, che si caratterizza per la sua continua sperimentazione tecnica, in una continua ricerca stilistica segnata da un forte impegno umano e dalla profonda spiritualità che pervade tutta la sua produzione, dagli esordi con i paesaggi industriali fino alle opere più recenti; dall’altra, una giovane di indubbio talento, con solide basi tecniche, che dimostra un legame importante con il figurativo, se pure modernamente concepito e reinterpretato, una scelta per altro condivisa da molti giovani pittori.

VICOLO DELL’ARTE
Orario: feriali 21-24; festivi e prefestivi 18-24
Informazioni: Ufficio Decentramento, tel.0565.63293

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 8.8.2002. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    3 mesi, 18 giorni, 21 ore, 36 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it